Cibi per dimagrire in estate: una guida

Se vogliamo perdere peso, l’estate è spesso il momento più propizio, perché il caldo fa mangiare meno, e la natura abbonda di cibi altamente idratanti che ci possono aiutare a dimagrire. Oggi vediamo su quali cibi per dimagrire dobbiamo puntare in estate. Questo ci permetterà di fare un carrello della spesa intelligente e di mangiare con poche calorie senza che ci pesi.

Vediamo insieme quali sono i cibi per dimagrire in estate:
– Anguria, melone cantalupo, pesche e fragole: si tratta di quattro varietà di frutta tra le più ipocaloriche, in un range che va dalle 20-30 calorie per melone e anguria alle 30-40 per pesche e fragole. Inoltre sono particolarmente dolci e sazianti, da prediligere, proprio per il loro contenuto d’acqua, lontano dai pasti.
– Proteine magre e frutti di mare: l’estate è il periodo delle grigliate, ma anche uno dei momenti in cui si mangia più pesce. Se vogliamo perdere peso, via libera a crostacei e molluschi. Cozze e vongole possono per esempio essere mangiate in sauté, senza olio ma con aglio, peperoncino e prezzemolo o un pizzico di pepe. Un piatto ipocalorico e altamente proteico: 200 gr di cozze hanno 24 gr di proteine, sono ricche di sali minerali e povere di grassi e hanno solo 160 calorie. Mangiando crostacei e molluschi possiamo fare cene estive soddisfacenti senza sforare le 300/400 calorie in tutto.
Tra le altre proteine magre bene i carpacci (di tonno, polpo, pesce spada, bresaola), i latticini scremati che sono freschi e estivi, le frittate veloci che possiamo fare anche con soli albumi + verdure.

– Patate: sono da preferire alla pasta e al pane, perché 100 gr forniscono circa 90 calorie, e 200 gr di patata sono una patata media, più saziante di 50-60 gr di pasta ma con 100 calorie in meno. Se cotta lessa e condita in insalata con verdure crude è perfetta.
– Fagioli: l’insalata di fagioli con cipolle, sedano e tonno (al naturale) è un must estivo. Fagioli corona e di spagna sono due passepartout estivi che ci permettono di assumere carboidrati ma essere anche sazi a lungo. Non possono mancare nella nostra spesa estiva.

Ortaggi: pomodori, cetrioli, insalate fresche, zucchine, peperoni. Questo è il periodo in cui abbondare mangiandoli anche tutti i giorni, perché sono ricchi di acqua e poveri di calorie e ci permettono di saziarci e drenarci. Le calorie infatti vanno dalle 25 alle 9 a seconda dell’ortaggio scelto e assolutamente vanno consumati crudi per la salute intestinale. Sappiamo che il licopene del pomodoro si assorbe meglio da cotto: quindi compriamo più pomodoro e facciamo delle salse veloci che possiamo poi surgelare.
– Avocado: nonostante l’introito calorico non sia da sottovalutare (160 calorie ogni 100 gr), l’estate è il momento dell’avocado. Possiamo ridurre la quota di grassi giornaliera preferendo latticini scremati, per esempio, ma aggiungendo l’avocado a smoothies e insalate. Possiamo anche dimezzare la quota di olio di oliva. I grassi dell’avocado sono ugualmente monoinsaturi, ma abbiamo in più molti aminoacidi.

-Fibre viscose: ideali per buttare giù un po’ di pancia! I fagioli sono ricchi di fibre viscose, ma anche l’avena, i semi di lino e chia, il glucomannano. Se vogliamo buttare giù un po’ di pancia, le fibre viscose possono essere nostre alleate. Possiamo mangiare degli shirataki ogni tanto, farci un budino di semi di chia, farci un porridge a freddo, che si ottiene mescolando 3-4 cucchiai di avena in fiocchi o crusca di avena con 150 ml di latte vegetale o scremato o yogurt naturale, un cucchiaino di miele e pezzi di frutta. Si tiene una notte in frigo e si gusta freddo il giorno dopo, come una crema, per colazione.

Menta, origano e basilico: sono due erbe aromatiche da consumare fresche. La menta è digestiva e stimola la termogenesi, è depurativa e antisettica. Personalizzate la vostra acqua o il vostro tè con foglie di menta. Il basilico è un antistress ed è molto antiossidante. L’origano è utile per chi soffre di pancia gonfia. Usalo per delle bruschette con pane integrale vecchio, pomodori o avocado, un filo di olio. Un pranzo eccezionale, leggero e curativo.