Come ridurre la pancia in 5 mosse

I trucchi che vi svelerò qui su come ridurre la pancia non li troverete da nessuna altra parte, garantito. E sapete perché? Perché la maggior parte dei siti e dei giornali vi diranno e ridiranno che per dimagrire la pancia e ridurre il gonfiore addominale dovete fare una dieta sana, laddove per dieta sana si intende una dieta ricca di cereali integrali, verdure, frutta, alimenti fermentati, yogurt. Riducendo grassi e proteine animali. Ebbene, oggi vi spiego in che modo, con questi 5 consigli controcorrente, potete ridurre il gonfiore addominale davvero, senza sforzo, e lo faccio non semplicemente basandomi sulla mia esperienza, ma sui consigli di medici e nutrizionisti delle cui ricerche mi fido abbastanza, posto che di nessuno mi fido ciecamente, e spero che voi facciate altrettanto.

Come ridurre la pancia in 5 mosse
Evitate i prodotti integrali:
le fibre dei cereali integrali e dei legumi possono limitare l’assorbimento dei nutrienti e avere proprietà estrogeniche, oltre a favorire la fermentazione intestinale.

Gli antinutrienti dei legumi, anche se in grossa parte ridotti mettendoli a bagno e con la cottura, riducono l’assorbimento dei micronutrienti, riducono la funzionalità della tiroide, con il risultato di peggiorare metabolismo e digestione (cfr. Ray Peat, fisiologo). Uno studio di qualche tempo fa trovò un’associazione tra consumo di alimenti ricchi di fibre e rischi di diverticolite. I fisici e naturopati dottori Lewis hanno scritto qui in inglese un articolo interessante sui danni di un eccesso di fibre nella dieta, raccomandando di mangiarne il giusto quantitativo limitandosi a frutta e verdura. A questo si aggiunge la scoperta che molti tra cereali integrali, semi e legumi sono cibi con catene particolari di zuccheri, definiti fodmap . Se avete già problemi di gonfiore addominale e tendenza ad accumulare peso sulla pancia, provate a fare un esperimento, evitando legumi e cibi integrali. Scegliete invece riso bianco, patate, un po’ di pasta tradizionale, pane raffinato, magari tostato, e cucinate con sola farina doppio zero per ridurre questi sintomi intestinali. Se avete timore sui cibi raffinati, semplicemente mangiatene di meno! (segue a pagina due)