Dieta Plank: il menu, i pro e i contro

Gli articoli più letti e più cercati sul mio blog riguardano da sempre le soluzioni last minute e le diete drastiche: sembra un controsenso, in un blog di diete e informazioni sulla nutrizione che parla molto di più dell’importanza di una corretta nutrizione e del mangiar sano, sapere che gli articoli più cercati e seguiti sono quelli sulle diete veloci, drastiche, che fanno perdere peso in fretta per poi farvelo riprendere. Una di queste diete è senza dubbio la dieta Plank o Planck (il nome originale è infatti Dieta Planck o Dieta di Planck: si diceva che venisse dal famoso Planck Institute).
La prima volta che ho conosciuto la dieta Plank avevo quattordici o quindici anni, quindi stiamo parlando di più di venti anni fa.
Perché è tanto famosa? E’ la classica dieta “ospedaliera”, adatta in situazioni di emergenza in cui il paziente deve perdere subito un po’ di chili, per esempio in vista di un intervento particolare. Altri diete probabilmente della stessa origine sono quelle drastiche di pochi giorni, poi diventate famose e mainstream grazie al passaparola e alle riviste femminili.

In questa pagina vediamo di chiarire i pro (pochi) e i contro della dieta Plank e vi ripropongo il menu con delle possibili modifiche.

DIETA PLANK, FUNZIONA DAVVERO?

La dieta Plank è un regime piuttosto restrittivo (sulle mille calorie giornaliere, e un pasto libero a settimana, la domenica, che spesso diventa abbuffata libera) che dura due settimane, ed è tendenzialmente proteico. In due settimane è possibile perdere fino a nove chili: le persone che hanno un forte sovrappeso riescono a perdere anche più peso, quelle con pochi chili da perdere possono trovare la Plank deludente, e dimagrire fino a 2 o 3 chili. Le persone che hanno già sperimentato spesso il trucco dei regimi proteici per dimagrire possono invece non avere alcun risultato. In generale, la dieta Plank funziona solo sul breve termine, per questo come dieta è tendenzialmente poco indicata. Le persone che hanno venti o trenta o quaranta chili da perdere si lasciano tentare dal rimedio facile e veloce, che le illude di far calare la bilancia in fretta.
Posso capirle, ma è davvero un’illusione. Le illusioni di brutto hanno questo: non ci aiutano, ma peggiorano la nostra situazione e, peggio, ci allontanano dalla soluzione dei nostri problemi. Detto questo, non voglio farvi la predica. Nel mio blog ognuno può trovarci quello che vuole. Solo dire che la cosa più sana e corretta per chi vuole dimagrire molti chili è conoscere la causa del suo sovrappeso (con l’aiuto di un medico capace) e cercare dove possibile di neutralizzarla. Può essere genetica, ormonale, le cause possono essere molteplici. Se voi aveste la casa in fiamme la bottiglietta d’acqua da mezzo litro a cosa vi serve? Ecco. La dieta Plank è la vostra bottiglietta di acqua. Ma la vostra casa è in fiamme. Chiunque vi direbbe di lasciar perdere il fai da te e chiamare i pompieri.

(SEGUE A PAGINA 2)