Dieta Sirt o del gene magro: via 3,5 kg in 7 giorni

Grazie ai cibi che attivano le sirtuine, particolari proteine ad azione antiossidante, è possibile fare una dieta sana, facile, che promuove la perdita di peso e ci permette di calare di ben 3 chili e mezzo in 7 giorni. E’ questo il claim della Dieta Sirt, di cui già vi ho parlato in un articolo. Nel frattempo, cioè rispetto alla prima volta che ne ho scritto, la dieta Sirtfoods proposta da Aidan Goggins e Glenn Matten è stata tradotta in Italia, con il titolo di “Sirt, la dieta del gene magro”. Vediamo se il libro può interessarvi e soprattutto come sia possibile per gli autori perdere (in salute) così tanto peso e in così poco tempo, esattamente come la cantante Adele,

Gli autori nel libro parlano di venti cibi che sarebbero dei naturali attivatori di sirtuine, proteine scoperte all’inizio degli anni Novanta che rallentano i processi di invecchiamento, svolgono un’azione antinfiammatoria e antiossidante, riducono lo stress e alzano il metabolismo.
I cibi sarebbero i seguenti: vino rosso, cavolo verde, agrumi, tè verde, curcuma, mirtilli, prezzemolo, capperi, mele, cioccolato fondente, olio di oliva, cumino, polvere di lucuma (la trovate al bio), il kaniwa, pseudocereale simile alla quinoa, bacche di goji, datteri, alchegengi,  carbone vegetale, cacao amaro.
Sempre secondo gli autori della dieta Sirt, mangiare questi cibi farebbe scattare in noi il gene della magrezza, spingendo il corpo a liberarsi del grasso in eccesso e aumentare la massa magra senza sessioni di palestra. Troppo bello per essere vero? Difatti non lo è. Non al punto tale da pensare di potersi dimagrire, rimodellare e cambiare la composizione corporea (massa grassa vs massa magra) grazie ai cibi giusti.  (SEGUE A PAGINA DUE)