Dimagrire la pancia con la dieta Slim Belly di Jorge Cruise

Una dieta per dimagrire e dimagrire la pancia in particolar modo è possibile? E’ quanto pensa Jorge Cruise, esperto di fitness e nutrizione, che ha ideato una dieta dal nome di Slim Belly per perdere peso velocemente e in particolare dimagrire la pancia ribilanciando la flora batterica e i macronutrienti per pasto e soprattutto ripensando alla dose di carboidrati giornaliera.

La dieta Slim Belly di Jorge Cruise (dal libro Happy Hormones Slim Belly), pensata per dimagrire la pancia, è una dieta che si rifà allo schema della carbs-cycling, cioè all’alternanza di giorni a ridotto contenuto di carboidrati con giorni a contenuto moderato di carboidrati. Nei giorni a ridotto contenuto di carboidrati non si deve fare attività fisica, consigliata invece negli altri giorni.
In particolare, si può scegliere di fare un’ora di camminata veloce e ritagliarsi otto minuti di tempo al giorno per un programma di HIIT veloce, come quello che propone lui in questo libro.

I giorni a ridotto contenuto di carboidrati sono due e sono consecutivi: il lunedì e il martedì. I giorni a moderato/alto contenuto di carboidrati sono i rimanenti.

PIANO SEMPLIFICATO DELLA DIETA SLIM BELLY
Dimagrire la pancia con questo schema:

Lunedì e martedì:
Colazione con tè o caffè senza zucchero più 80 gr di banana o 100 gr di altro frutto a scelta
Pranzo e cena con 200 gr di proteine magre (carne di vitello, pollo, tacchino, albumi, pesce bianco, frutti di mare e molluschi, tofu, seitan) + un piatto di insalata mista a volontà o verdura a foglia verde.
Regole: niente dolcificanti. Un cucchiaino di olio a pasto. Fino a 10 mandorle o pistacchi per snack (solo uno).

Mercoledì-domenica:
Colazione con caffè o tè, più una banana media (max 160 gr) o 200 gr di altra frutta a scelta
Pranzo e cena con 150 gr di proteine magre (carne di vitello, pollo, tacchino, albumi, pesce bianco, frutti di mare e molluschi, tofu, seitan) + 200 gr di verdure grigliate a piacere eccetto carote, barbabietole + due fettine di pane integrale in cassetta oppure 80 gr di patate.

La dieta la si può protrarre fino alla perdita di tutto il peso. 
Per il mantenimento, si eliminano i due giorni a settimana con meno carboidrati e si segue per almeno due settimane il regime dei 5 giorni (che quindi diventeranno 7). Dalla terza settimana si possono introdurre i latticini scremati (100 gr di fiocchi di latte o ricotta magra o yogurt greco) e alternare uno dei pasti proteici con 2 uova. Dalla quarta, ridurre le proteine del pranzo a 100 gr e aggiungere 50 gr di pasta o riso o cereali integrali. Dalla quinta, aggiungere un altro latticino nelle dosi di 100 gr se scremato, 30 se stagionato.
Dalla sesta, è possibile mangiare secondo il proprio fabbisogno energetico giornaliero, sempre però in modo bilanciato per pranzo e cena (ovvero proteine, carboidrati e grassi).