La dieta dei 22 giorni o 80/10/10

Ho già parlato della dieta del 22 giorni di Marco Borges (22 Days Revolution), nutrizionista e fisiologo che, assieme alla cantante Beyoncé avrebbe lanciato questo regime alimentare per perdere peso in sole tre settimane, ma con molta rapidit, grazie a una ripartizione dei macronutrienti chiamata 80/10/10, ovvero si mangia per l’ottanta per cento della dieta carboidrati complessi e zuccheri semplici (da pane, pasta, riso, cereali e frutta), per il dieci per cento proteine e per il restante dieci per cento della dieta grassi.

Una simile dieta è tipica per chi non lo sapesse dei regimi vegani e vegetariani dimagranti, come la famosa dieta Graham, la dieta fruttariana e infine la dieta vegana/vegetariana The High Starch Solution. La collaborazione tra Borges e Beyoncé sarebbe proprio nata con la cantante come entusiasta testimonial di questa dieta vegana, che le avrebbe permesso di perdere rapidamente i chili della gravidanza con un regime vegan e salutista: da lì, poi sarebbe nato un business, che vede la cantante nelle vesti di imprenditrice e Marco Borges nei panni di nutrizionista ed esperto. I due hanno lanciato una compagnia specializzata in pasti dimagranti, secondo ovviamente la dieta dei 22 giorni. 

Ma come saperne di più? In Italia dal 12 gennaio esce il libro grazie alla casa editrice Sperling e Kupfer: La dieta dei 22 giorni. Per chi è ideale? Possiamo saperne qualcosa di più per scoprire se è adatta a noi? Ecco quanto dovete sapere sulla Dieta dei 22 giorni di Borges.

Dieta dei 22 giorni, a chi è adatta? E’ adatta a tutti coloro che amano i dolci e non possono rinunciare ai carboidrati, mentre sono abituati a tagliare sull’olio e sui condimenti per compensare l’introito calorico. Esattamente come la Carbs Lovers diet e la The high Starch Solution Diet, questa dieta infatti prevede essenzialmente carboidrati. Non si devono inoltre contare le calorie. 

E’ adatta inoltre a chi vuole provare un regime vegano per disintossicarsi, per curiosità o per avvicinarsi al mondo vegan. Ovviamente dopo i 22 giorni si può tornare a un regime onnivoro o vegetariano senza problemi, ma magari con più attenzione ai nutrienti e alla salute.

E’ adatta infine a chi desidera allontanarsi dal junk food, dai prodotti industriali, dalle trappole dell’industria alimentare: la dieta dei 22 giorni è infatti un regime non solo vegano, ma anche naturale, secondo l’ottica delle whole foods diet. Via i cibi lavorati industrialmente per le loro alternative naturali, senza conservanti o additivi: per esempio un minestrone fatto in casa rispetto a una zuppa pronta.
Si tratta infatti di una dieta nutriente: tre pasti salutari e completi al giorno, moderandosi a tavola e cercando di non mangiare a ridosso dell’ora di dormire.

Ok, ma quanti chili si perdono? Secondo Marco Borges, si perdono fino a 11 chili in 3 settimane, in media. E’ quindi adatta a chi vuole perdere molto peso, si sente eccessivamente gonfio e vuole dare un taglio netto alle vecchie abitudini! Secondo Borges infatti 22 giorni sono quelli necessari ad adottare abitudini nuove.