Dieta lampo: una settimana di dieta vegana per dimagrire

Una settimana di remise en forme in chiave vegana? Perché non fare una dieta vegana per dimagrire in sette giorni e sfruttare frutta e verdura per perdere qualche chilo, e prepararsi meglio alla vacanza o al rientro lavorativo? Sfruttiamo il periodo in cui ci sentiamo sottotono e poco in forma per una dieta lampo che non faccia male, e che se dà i risultati sperati possiamo ripetere per le settimane successive. E‘ questo il bello di questa dieta vegana per dimagrire di cui vi presento lo schema: è facile, sicura, e se i risultati sono promettenti dalla prima settimana, possiamo ripeterla la successiva, o per la nostra salute, pensare a fare una settimana al mese ogni mese con questo regime. Questo ci permette di rimanere nel peso desiderato.

Dieta lampo vegan

LA DIETA VEGANA PER DIMAGRIRE

Alimenti da eliminare: tutti gli alimenti che contengono grassi e altri ingredienti di origine animale vanno eliminati per sette giorni di fila. Carne e salumi, pesce, uova, latte e derivati, burro e miele sono i principali. Via tutto.
Cosa mettere nel carrello della spesa: Frutta secca a scelta, crema di noci, arachidi e nocciole vegana, semi oleosi (semi di chia e semi di lino sono da prediligere), frutta, verdura, derivati proteici della soia (tofu e tempeh), seitan e muscolo di grano, legumi,  cereali integrali (riso rosso integrale, avena, farro), olio extravergine di oliva e olio di semi di lino, latte vegetale (a patto che non sia troppo zuccherato), latticini di riso.
Il segreto dio una buona dieta vegana per dimagrire: è variare. Concedetevi nuovi alimenti. L’olio di lino o il burro di mandorle, per esempio. Le alghe o il gomasio tra i condimenti. Il germe di grano che possiamo usare al posto del pangrattato per cucinare le verdure al forno. Non indugiate in cibi ricchi di carboidrati, ma mangiate legumi tutti i giorni con cereali integrali e un’altra risorsa proteica a pranzo o a cena per completare il nostro fabbisogno.  Non mangiate più di un alimento contenente soia al giorno.

SCHEMA:
Colazione: un bicchiere di acqua di kefir, caffè senza zucchero, una fetta di torta vegana come queste (pari a un decimo/dodicesimo) o 4/5 biscotti vegan come questi. In alternativa due fette di pane di segale tostato con un cucchiaio di burro di mandorle e un cucchiaio di marmellata a basso contenuto di zuccheri, un bicchiere di latte vegetale o uno yogurt di soia.
Spuntino: frutta a scelta di stagione.
Pranzo: Sessanta grammi di orzo/ avena/ farro/ riso integrale/ pasta di kamut + verdure stufate e condite con un cucchiaino di olio e una manciata di semi oleosi. Un piatto di verdure crude a scelta con un cucchiaio di hummus o pesto vegano. Un piccolo frutto.
In alternativa ai cereali, una piadina integrale senza strutto con verdure a scelta e 50 grammi di mozzarella di riso.
Merenda: frullato dietetico con un bicchiere di latte vegetale a scelta o acqua di cocco + mezzo frutto a scelta, un cucchiaino di crusca d’avena o germe di grano, stevia. In alternativa dieci pistacchi o mandorle o noci macadami o un chia pudding: mischiate in 150 ml di latte vegetale un cucchiaio di semi di chia con cannella e un pizzico di stevia.
Cena: un piatto di legumi (50 gr da crudi) o insalata con legumi a scelta, oppure seitan  o muscolo di grano (massimo 200 gr) o tofu alla piastra (150 gr). Verdure stufate a scelta e condite a fine cottura con un cucchiaino di olio o di semi di lino. Venti grammi di pane integrale tostato solo quando non si mangiano i legumi (una fetta sottile). Un cubetto di cioccolato fondente.
Prima di andare a letto una tisana drenante.