Via 7 chili in 15 giorni con la dieta del ventre piatto

La dieta del ventre piatto o Flat Belly diet è una dieta di cui ho già parlato in questo articolo qui; messa a punto da Liz Vaccariello e Cynthia Sass, si tratta di un regime lampo di due settimane che si compone di due fasi:
– una fase detox di 4 giorni da circa 1200 calorie.
– una fase dietetica di 20 giorni (quattro settimane, in realtà, con sabato e domenica che riprendono il piano detox dei primi 4 giorni) a 1600 calorie, dal lunedì al venerdì.
Poiché mi hanno chiesto di recente lo schema esatto della dieta, che non avevo descritto nel precedente articolo, ve lo spiego in dettaglio qui sotto. Il peso che si può perdere seguendo questo regime veloce è di 7 chili massimo in 2 settimane, e fino a 10-15 chili in un mese. Chiaramente molto dipende dalle nostre condizioni iniziali: se non abbiamo mai fatto una dieta in vita nostra, davvero potremmo perdere molto peso, soprattutto nella zona addominale; se invece siamo un po’ troppo patiti delle diete e ne facciamo in continuazione, non riusciremo a perdere così tanto peso. Tuttavia ci sono momenti perfetti per fare questa dieta: per esempio a gennaio, o in seguito a settimane di festa o impegni mondani in cui abbiamo decisamente mangiato troppo; in estate prima di andare in vacanza. Ecco il piano.

Dieta del ventre piatto: schema dei 4 giorni detox più i week end
Nei primi 4 giorni, iniziando da giovedì, si dice addio a zucchero di ogni tipo (a parte i dolcificanti), pane, pasta, riso, e tutti gli alimenti lavorati industrialmente.  Si fanno 3 pasti da 400 calorie l’uno, a 4 ore di distacco l’uno dall’altro. Cibi consentiti: frutta, verdura, carne, pesce, uova, noci. Da evitare cipolle, cavoli, legumi.  Per esempio colazione con omelette e frutta, pranzo e cena con pesce più verdure.
Tra un pasto e l’altro si può bere la Sassy Water, l’acqua messa a punto dalla dietologa Cynthia Sass. Qui la ricetta.
Occorre inoltre passeggiare ogni giorno. (SEGUE A PAGINA 2)