Caduta dei capelli? Una causa è la dieta

capelliUn articolo apparso in queste ore punta il dito contro una dieta sbilanciata come una delle cause per la caduta dei capelli, soprattutto negli uomini. Certo, che capelli e alimentazione fossero in un certo modo collegati era risaputo: le persone che sperimentano un dimagrimento importante o fanno una dieta ipocalorica continuativa, avranno capelli indeboliti, facili a cadere tra gli effetti indesiderati di un metabolismo rallentato. La salute di cuoio capelluto, unghie e pelle è la prima cosa che viene compromessa quando il corpo non riceve più il suo optimum nutrizionale: volendo salvare la barca, ovvero il nostro corpo, è più facile liberarsi del sostentamento della “zavorra”. Quello che per noi è importante, una chioma sana, una pelle compatta e idratata, per il corpo perde di importanza se le calorie si abbassano (1), e se non riceve adeguati nutrienti dalla dieta tra macro e micro (2).
Ora però, due specialisti londinesi spiegano una delle ragioni per cui molte persone sperimentano la progressiva debolezza del cuoio capelluto e la perdita dei capelli. Tutto sta nella dieta, e nel fatto che presumiamo le cose sbagliate in merito a quella che dovrebbe essere una “dieta salutare”. Mangiar sano, cosa mai significherà? Siamo sicuri che significa tagliare la carne, tagliare i carboidrati, abbuffarsi di frutta, verdura e centrifugati? Una distorsione dell’interpretazione di alcuni studi, negli anni, ha convinto le persone che una dieta ipocalorica, con pochi formaggi, pochissima carne e moltissimi vegetali, sia sempre e comunque la cosa migliore da fare per la loro salute. Alcune smentite di questi studi le trovate qui, qui e qui.
Mangiar sano significa solo dare al nostro corpo tutti i nutrienti di cui ha bisogno. In particolare, per la salute dei nostri capelli sarebbe importante il consumo di carne, che quindi non andrebbe completamente eliminata dalla dieta secondo Lisa Caddy e Philip Kingsley, due tricologi londinesi. La carne, e in particolare la carne rossa, è particolarmente importante per il suo contenuto di ferritina, cge aiuta il corpo a produrre una proteina per i bulbi piliferi. Chi ha una deficienza di ferritina, ovvero le donne fertili e chi segue un’alimentazione vegana o vegetariana, sperimenterà un indebolimento del cuoio capelluto e in alcuni casi la perdita dei capelli.
I due esperti consigliano anche di evitare ogni forma di stress, dalla vita alla tavola: niente diete, niente tagli di calorie e di cibi, niente restrizioni di qualunque tipo. Solo così potremmo spazzolarci i capelli senza il timore che sul lavandino ne caschino troppi!

Chiudi il menu