Capelli fragili e rovinati? Curali a tavola!

I capelli fragili spesso sono lo specchio non solo dei vari trattamenti a cui li sottoponiamo (tinture, decolorazioni, asciugature aggressive, acidi e stiratura, detergenti aggressivi) ma anche del nostro stato nutrizionale e quindi di salute. Se facciamo diete drastiche, povere di grassi e povere di alcuni micronutrienti, se non mangiamo molte proteine, se assumiamo troppe calorie, la situazione sia di stress nutrizionale che di denutrizione si ripercuote sulla salute di pelle, capelli, unghie.
Non è un caso che persone con metabolismo particolarmente lento, un equilibrio ormonale fragile, o problemi di tiroide abbiano problemi di capelli fragili, che tendono ad assottigliarsi e spezzarsi con il tempo.

L’estate poi peggiora il problema dei capelli fragili, per via del sole più forte, della salsedine o del cloro, dei lavaggi più frequenti. Come salvaguardare la nostra chioma?
Ecco alcuni alimenti che sono funzionali alla salute del capello:
Salmone e pesci ricchi di grassi omega3 come sgombro, alici, sardine;
Olio di oliva, avocado, olive e mandorle, ricchi di grassi monoinsaturi;
Uova, ricche di proteine, grassi mono e polinsaturi, zinco, vitamine liposolubili;
Agrumi, frutti rossi, patate dolci, prezzemolo e verdure a foglia verde; ricchi di vitamina C.
Carne rossa, legumi, noci: ricchi di ferro e zinco.
Yogurt, per vitamine D e B.

I nutrienti dei capelli fragili in sintesi: vitamine liposolubili e vitamina C sono essenziali per la struttura del capello, i grassi ci permettono di avere capelli lucidi e di assorbire le preziose liposolubili, mentre tra i micronutrienti più importanti troviamo il ferro e lo zinco; infine, da non sottovalutare l’apporto proteico, che ne favorisce la ricrescita.

Chiudi il menu