Cellulite, la cura alla buccia d’arancia

bucciadaranciabritniEffetto buccia d’arancia e cellulite non sono la stessa cosa. E non necessitano dello stesso trattamento.
Quando parliamo di cellulite, facciamo spesso un discorso generico in cui includiamo le adiposità localizzate, mentre quando ci riferiamo all’effetto buccia d’arancia, in modo più specifico intendiamo la cellulite vera o panniculopatia (pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica o PEFS), quella che per i medici è un’affezione del substrato cutaneo, con assottigliamento del derma e presenza di grasso localizzato e anche noduli sottocute, in genere correlata a un disturbo della microcircolazione. Cosa per cui spesso sentiamo che la cellulite è una malattia, e dipende da molti fattori, non da ultima una predisposizione al problema. Se le adiposità localizzate possono essere sia maschili che femminili, con una preponderanza femminile, la cellulite vera e propria è quasi sempre un disturbo estetico femminile, che è aggravato dal fattore ormonale e ponderale (più si pesa, più si rischia la comparsa della cellulite) ma che si può trovare anche in soggetti magri.
Detto questo, un conto sono le tecniche chirurgiche mirate a eliminare le adiposità localizzate (lipolisi, liposcultura, laserlisi), un altro la via chirurgica per eliminare la buccia d’arancia e migliorare la microcircolazione, la vera e propria chirurgia della cellulite. In questo caso i mezzi più efficaci sono quelli lipoclasici. Liposuzione o lipolaser (efficace sono in piccole zone) sono le tecniche più invasive, altrimenti ottimi risultati si ottengono con la tecnica della sonda o cellulo release, con la ossigeno lipoclasia o la tecnica a ultrasuoni o una tecnica mista (idrolipoclasia ultrasonica: unisce alla tecnica a ultrasuoni sul derma l’inserimento di una soluzione acquosa nella zona da trattare). A queste vie chirurgiche possono essere associati trattamenti estetici come la lipodissolve e la cavitazione, per un risultato efficace a 360 gradi.
Quali sono i costi per la chirurgia della cellulite?
A seconda del tipo di intervento si va da un minimo di mille a un massimo di quattromila euro per dire addio alla buccia d’arancia!

Chiudi il menu