I cibi che aumentano il metabolismo

karitèEsistono alimenti che aiutano ad aumentare il metabolismo? Secondo Catherine, l’autrice di questo splendido blog che vi invito a frequentare, Butter Nutrition, la risposta è sì. Il metabolismo si aiuta facendo lavorare meglio il fegato: questi dieci alimenti sono degli integratori naturali in grado di aiutare il fegato e accelerare il metabolismo rendendo più sana e nutrizionalmente elevata la nostra alimentazione. Se siamo sempre stanchi, dormiamo male, ci sentiamo sempre gonfi e irritabili, probabilmente sbagliamo qualcosa nella nostra alimentazione, che di conseguenza ci porta a un metabolismo rallentato. Un metabolismo efficiente invece è tipico di una persona attiva, energica, che dorme a sufficienza e in modo profondo, che si sente vitale e in forma, che digerisce bene e non ha particolari problemi con gli alimenti.
Vediamo come alcuni cibi ci possono aiutare naturalmente a perseguire questo importante obiettivo.
I CIBI CHE AIUTANO IL METABOLISMO
– L’olio di cocco: 
un grasso dall’azione antinfiammatoria, antibatterica, altamente digestivo e nutriente, l’olio di cocco vergine non si modifica a elevate temperature, per cui è ottimo come ricostituente naturale ma anche in cottura.
– La frutta di stagione e quella tropicale: papaya, ananas, avocado, alchechengi, sono frutti tropicali che con la loro quota di zuccheri naturali e grassi contribuiscono a soddisfarci e darci energia. Devono fare parte della nostra dieta assieme ai frutti rossi e alla normale frutta di stagione, onde evitarci quegli scompensi vitaminici che rallentano il metabolismo.
– Succo puro d’arancia (cento per cento succo): il succo d’arancia o la spremuta d’agrumi al 100% è quanto di meglio possiamo farci per avere la nostra dose giornaliera di vitamina C, utilissima per disintossicare il fegato e stimolare il metabolismo.
– Gelatina alimentare: credo di essere l’unica blogger italiana a sponsorizzarvi la gelatina alimentare (o colla di pesce). Mangiate gelatina anche due o tre volte a settimana, in una porzione minima di dieci grammi di prodotto che vuol dire almeno 300 grammi di gelatina edibile! E’ una risorsa incredibile di collagene, proteine assimilabili e aminoacidi. Un vero integratore alimentare.
– Uova (allevate a terra e alimentate con vegetali): secondo Catherine dovremmo mangiare uova ogni giorno, anche con qualche albume in più. Le uova non aumentano il colesterolo e sono una fonte importante di proteine e vitamine.
– Carne non d’allevamento intensivo (ma tutti i tagli) e crostacei: fonti primarie di proteine, aiutano il metabolismo e favoriscono la termogenesi indotta dall’alimentazione. L’importante è mangiare sempre vari tagli di carne, anche frattaglie o fegato, almeno una volta o massimo due a settimana, e non soltanto petto o parti muscolari.
– Burro (bio): un po’ di buon burro bio la mattina è un ottimo modo per restare in forma e avere dei grassi buoni e di qualità, utili a fare in modo che le vitamine siano assorbite dal corpo.
– Latticini e formaggi biologici: se non si hanno intolleranze al lattosio, yogurt, fiocchi di latte e formaggi devono secondo Catherine fare parte della nostra alimentazione, in particolare i formaggi stagionati.
– Vegetali crudi, in particolar modo carote: mangiare finocchi, cetrioli e carote crude favorisce la digestione e aiuta il fegato a ripulirsi. Sono ottimi snack ipocalorici che aiutano il corpo a bruciare di più grazie a una migliore digestione.

Il ghiaccio sulla pancia fa dimagrire? Dopo la teoria per cui bere otto bicchieri di acqua fredda farebbe dimagrire perché costringerebbe il corpo a far rialzare la temperatura basale dopo ...
Come bruciare di più muovendosi così Il nostro problema comune, il problema che ci causa i chili di troppo, non è la dieta come tutti pensano: facciamo secondo me anche troppi sacrifici d...
Metabolismo veloce con i consigli di J.J. Virgin J-J. Virgin è una nota personal trainer e nutrizionista americana che collabora spesso nelle puntate del dottor Oz show e ha scritto dei libri di succ...
Mangiare di più fa bruciare di più Una buona ragione per mangiare di più e per non affamarsi dietro diete restrittive e ipocaloriche c'è, e lo stabilisce uno studio interessante condott...