Come aumentare le difese immunitarie al cambio di stagione?

I cambiamenti di stagione, in particolare nel passaggio dall’inverno alla primavera e dall’autunno ai freddi più intensi, spesso portano con loro una serie di effetti collaterali a livello di salute.

Tra i sintomi più ricorrenti, oltre ai cosiddetti “malanni di stagione” (raffreddori, allergie, influenze), troviamo infatti problemi di pelle, affaticamento, mal di testa, nausea, insonnia o sonno poco riposante, problemi intestinali à go go, forfora, capelli radi o spenti o “, ritenzione idrica e gonfiore addominale.

Il cambiamento climatico, sia di temperatura che nel passaggio da maggiori a minori ore di luce o viceversa, influenza infatti le nostre difese immunitarie. E allora come aumentare le difese immunitarie al cambio di stagione?

Ecco i consigli degli esperti.

COME AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE AL CAMBIO DI STAGIONE?

    1. Consuma frutta e verdura di stagione, con spuntini, centrifugati, insalate o creme di verdure, contorni.
      La stagionalità della frutta e della verdura è molto importante per aiutare le difese immunitarie.
      Informarsi sui prodotti di stagione ed evitare quelli importati, esotici, o tardivi, è un aiuto importante per aumentare le difese immunitarie.
      Possiamo aiutarci con spezie ed erbe aromatiche fresche o secche per un maggior contributo di antiossidanti, come curcuma, zenzero, curry, cannella, chiodi di garofano, salvia, timo, basilico, prezzemolo, rosmarino.L’aglio è un forte antinfiammatorio, assieme ai cibi ricchi di folati (in verdure in foglia, agrumi, noci, pistacchi, mandorle, legumi), alla vitamina C (dal prezzemolo ai peperoni ai kiwi agli agrumi) e agli antociani (frutti rossi, fragole, melanzane, uva, cavolo rosso).Infine, non vanno sottovalutati i germogli. Possono essere aggiunti a insalate, pasta o risotti, in una manciata a crudo che completa il piatto.
      (SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu