Come diminuire la pancia?

Come diminuire la pancia? Come spiego sempre, non è possibile dimagrire soltanto la pancia, e molte persone confondono il gonfiore addominale con il grasso corporeo: gli uomini sono più soggetti ad avere grasso viscerale delle donne, e nel loro caso, il corpo fa meno fatica a liberarsi del grasso viscerale con il giusto abbinamento di dieta e allenamento. Nelle donne invece c’è una maggiore tendenza all’accumulo di grasso sottocute nella zona addominale, che, unito al gonfiore, rende la pancia antiestetica, ma che, a differenza degli uomini, è più difficile da eliminare pur con la dieta.
Il grasso sottocute è infatti grasso ostinato: non è una minaccia per il corpo come quello viscerale, dunque è difficile perderlo e bisogna adottare delle strategie più intelligenti per provare a diminuire la pancia.

COME DIMINUIRE LA PANCIA? 
Le principali strategie dietetiche:
– il deficit calorico: chiaramente, se vogliamo diminuire la pancia dobbiamo perdere peso, ovvero creare una situazione di deficit calorico per cui il corpo attinge dalle scorte di grasso per avere energia. Il deficit calorico è sempre personalizzato: una dieta da 1200 calorie sarà da fame per me, sarà perfetta per una donna in menopausa alta un metro e sessanta e sedentaria. Capire che deficit calorico impostare è essenziale per una perdita di peso “mirata”. No a diete drastiche: piuttosto, cerca un calcolatore online per valutare il tuo attuale fabbisogno energetico, e prova a decurtare solo il dieci per cento del tuo fabbisogno, provando al tempo stesso a muoverti di più. Il peso calerà poco per volta. Alla fase di stallo, decurta le calorie di un altro dieci per cento.
– le strategie antigonfiore: per fare in modo che il corpo bruci in modo migliore, inizia a rivedere le cattive abitudini che ti creano la pancia gonfia, a iniziare dallo stress, dall’alcol e dal fumo di sigaretta. Tutte cose che contribuiscono a creare la pancetta (non di suino, la tua). Parallelamente, rivedi la tua idratazione e riduci di poco il consumo di sale se mangi prodotti che ne sono troppo ricchi, come alimenti secchi, snack, prodotti da forno. Aumenta il consumo di verdure crude e cotte e mangia la frutta con la buccia.
– il carico glicemico dei pasti: nelle persone sedentarie, ridurre il carico glicemico dei pasti aiuta a diminuire la pancia. Non aggiungere però troppi grassi ai pasti per ridurre il loro impatto sulla glicemia: punta sulle proteine magre e sulle fibre. Quindi al posto di un piatto di pasta e riso con condimento a casaccio, prova a mangiare pasta o riso integrali con verdure e tonno, tofu, pollo o uova o bilancialo con i legumi.
le giuste fibre: le fibre viscose aiutano a diminuire la pancia. In questo articolo ti spiego quali sono le fibre viscose. Migliorano la regolarità intestinale.
– i micronutrienti e gli antiossidanti: vitamine, sali minerali e antiossidanti possono essere funzionali a diminuire la pancia. Per esempio, il licopene (pomodoro cotto), gli antiossidanti di caffè e tè verde, la vitamina C, gli antociani, la niacina (vitamina B3) sono sostanze che spingono il corpo a bruciare di più, migliorano la respirazione dei mitocondri, e aiutano a ridurre anche il grasso ostinato.
– l’esercizio fisico: non devi fare troppi addominali per diminuire la pancia, perché non servono e non ti aiutano affatto a dimagrire proprio lì. Devi però fare costantemente attività fisica, mixando attività per lo sviluppo della massa magra ad attività cardiovascolari. Vuoi diminuire la pancia? Vai in palestra o fatti seguire da un trainer, anche per l’allenamento da casa.