Come perdere due taglie in 4 mosse

Come perdere due taglie in 4 mosse: anzi, vincendo 4 sfide.

E’ la proposta che vi faccio oggi su Dcomedieta, ed è una strategia che vi consentirà di perdere due taglie in un tempo variabile da uno a due mesi ma senza dovere per forza intraprendere una dieta rigida, con pasti programmati, cibi pesati, alimenti sì e alimenti no.

La trovo un’idea vincente per tutte le persone che vogliono migliorare la loro salute e non solo dimagrire, vogliono cambiare abitudini ma non sanno da dove iniziare.

Si tratta semplicemente di porsi 4 obiettivi, che chiameremo sfide, e focalizzarsi su queste anziché sulla bilancia. Il risultato ci stupirà. Possiamo perdere fino a 8-10 chili in un tempo che va da 30 a massimo 60 giorni. Non ci sarà bisogno di un piano di mantenimento: il corpo tenderà a stabilizzarsi dopo il dimagrimento. Vediamole insieme.

COME PERDERE DUE TAGLIE IN 4 MOSSE

Come ho detto a inizio articolo, si tratta di porsi 4 obiettivi specifici o sfide giornaliere e riuscire a mandarle avanti. Gli obiettivi sono gli stessi per tutti, ma attenzione.
Decidiamo noi come vincere queste sfide, non ci sono altre regole se non farle tutte e tre ogni giorno.
Non dobbiamo per esempio pensare di fare una cosa per forza la mattina o il pomeriggio. Non abbiamo alimenti specifici da comprare. E anche se abbiamo poco tempo per noi, cosa ahimè sempre più frequente, è possibile farle comunque, perché non ci rubano energie e non richiedono chissà che preparazione.

PRIMA MOSSA PER PERDERE DUE TAGLIE: LA SFIDA DEL 10

La sfida del 10 è la prima sfida che vi propongo per perdere due taglie.
Si tratta di mangiare 10 porzioni tra frutta e verdura ogni giorno.

Per porzione si intende: 100 grammi di vegetali tra funghi, pomodori, zucchine, zucca, peperoni, cipolle, melanzane, finocchi, carote, cetrioli, sedano, barbabietole, broccoli, asparagi, cavolfiori, cavolo.
O 80 grammi di verdure in foglia o frutta. Per le verdure in foglia abbiamo spinaci, insalate, radicchio, cicoria, bietola, rucola, indivia, cavolo cinese o cavolo cappuccio, verza.

Voi potere decidere: se mangiarle cotte o crude, se mangiarle a pranzo e cena o come spuntini o in frullati eccetera, se mangiare la frutta sbucciata o con la buccia, come cucinarle.

Per esempio: due spuntini di frutta da 160 grammi ciascuno al posto di merenda e snack a metà mattina sono già 4 porzioni. Due contorni di ortaggi da 300 grammi a pranzo e cena sono 6 porzioni.
Per chi ha fretta, questo frullato di verdure contiene da solo circa 5 porzioni, per sole 145 calorie.

Regole per vincere la prima sfida.

  • Non è possibile fare tutta frutta o tutta verdura.
  • Verdura e frutta devono essere fresche o surgelate ma non via preparati (per esempio ok spinaci surgelati ma NON mix di verdure grigliate, minestrone surgelato, creme di verdure pronte, verdure in scatola, verdure in pastella o altro).
  • Chi desidera può mangiare di più, non meno.
    A pagina due la seconda e terza sfida.
    (SEGUE A PAGINA DUE)
Chiudi il menu