Come perdere grasso corporeo

COME PERDERE GRASSO CORPOREO

Vediamo dunque in 5 punti come perdere grasso corporeo.

  • Prendersela con calma.

    Il grasso corporeo non si perde rapidamente, proprio perché il corpo ha bisogno del grasso per garantirsi la sopravvivenza. Una dieta rapida spinge il corpo a liberarsi dei muscoli per sopperire alla carestia alimentare rigida che gli stiamo sottoponendo. Perdiamo sì grasso, ma in una percentuale minima.
    Per perdere la vera ciccia bisogna giocarsi le proprie carte con astuzia e molta calma. Questione di mesi, se non addirittura un anno o due.

  • Attivarsi.

    Dovete svolgere una vita più attiva anziché iniziare ad affamarvi a caso.
    Quindi la prima cosa da fare è iscrivervi in palestra, prediligendo l’allenamento anaerobico con brevi sessioni di cardio. Già questo primo stress è duro per il corpo a digerire, e gli dovete dare almeno sei settimane per abituarsi alla routine.
    In alternativa, fate brevi sessioni di mezzora tutti i giorni, anche da casa, in cui fate lavorare alternativamente i gruppi muscolari. L’unica cosa che dovete fare è non mangiare di più. Evitate gli allenamenti molto stressanti.

  • Lavorare sullo stress.

    Lo stress è molto sottovalutato.
    Se state facendo delle rinunce alimentari e andate a letto sospirando dietro le merendine dei bambini, state mangiando male e rischiate di ammalarvi. Purtroppo tutti lavoriamo e tutti abbiamo un lunedì. Ma lo stress rallenta il metabolismo, è garantito. Ora che come nel punto 2 vi siete iscritti in palestra, fate il vostro lavoro, dormite più di prima e non pensate alle calorie. Se l’allenamento è rigido o è cardio e vi sta esaurendo, cambiate allenamento.
    Ma NON stressatevi. O il grasso rimarrà.

  • Stabilire il giusto deficit calorico.

    Dopo qualche mese in cui avete digerito e assimilato e fatta vostra l’esperienza della palestra o dell’attività, quella ormai è un’abitudine e la manterrete. Ora bisogna pensare alla dieta. Ma, prima di tutto, quante calorie bruciate al giorno?
    E’ questa la prima cosa da verificare.

    Ma come fare a sapere quanto tagliare?
    Semplice.

    – Andate qui e scendete alla tabella del Calcolo automatico delle calorie. Prendete un foglio.
    – Compilate la tabella mettendo il vostro peso attuale e completando il resto dei campi. Prendete il numero che appare dove dive “FABBISOGNO CALORICO QUOTIDIANO“.
    Quello è quanto dovreste mangiare per come siete adesso.
    – Poi rifate il calcolo mettendo il vostro peso ideale e completando il resto dei campi.
    – Prendete il numero che appare: in teoria dovreste scendere dal primo numero al secondo. Se lo scarto è di poche centinaia di calorie, per esempio da 2700 calorie a 2400, potete settare da subito una dieta di 2400 calorie.
    -Se il divario è troppo alto, dovete fare degli step.
    Il deficit infatti non deve essere superiore al 20% delle calorie del primo numero ottenuto.
    – Quando inizierete a dimagrire e poi arriverete a uno stallo del peso, allora potrete fare un ulteriore deficit fino al numero del fabbisogno calorico giornaliero del vostro peso ideale.

    Quanto si dimagrisce? Non più di 2 chili al mese per essere certi di perdere abbastanza grasso e non muscolo.
    Oddio, ma io ho 30 o 40 chili da perdere!
    A maggior ragione non vorrai riprenderli, giusto?

  • Ma io non mangio così tanto

    La tabella è accurata. Se mangiate 1400 calorie, state mangiando poco e avrete sempre problemi di peso se non aggiustate il vostro metabolismo. E come si aggiusta? Mangiando.

    Aumentate di 50 calorie a settimana il vostro consumo calorico fino ad arrivare al vostro fabbisogno calorico. In questo passaggio potreste prendere 2 chili, ma alcuni dimagriscono addirittura. Poi potete riprendere il discorso al punto 1, iscrivervi in palestra e via discorrendo.

  • Chiudi il menu