Come perdere la pancia, i trucchi

panciapiattaninaHo scritto numerosi articoli su come perdere la pancia, rassodare gli addominali, avere un ventre piatto sia con la dieta che con la ginnastica. Vi raccomando questi: Pancia piatta con la dieta e Pancia piatta: come sgonfiare la pancia, in cui elenco vari consigli per sgonfiare la pancia, soprattutto trucchi alimentari. Tuttavia, sono sempre alla ricerca di trucchi più immediati e utili per perdere la pancia, e mi sono imbattuta in questa blogger americana di nome Nina che in pochi minuti di tutorial illustra varie tecniche sia di allenamento che consigli su quali cibi scegliere. Essendo come me una ex obesa, tendo a crederle quando dice che il corpo che ha adesso è frutto di sforzi e fatica, ma anche un po’ di sale nella zucca nel non lasciarsi prendere la mano a tavola: da obesa Nina aveva un “fisico a mela” come rivela lei, per cui la maggior parte del suo lavoro di dimagrimento è stato localizzato nel perdere la pancia. Il suo blog è Beautiful Brwn Baby Doll (sì, manca la o di Brown, non chiedetemi perché), ed è diventata una piccola star dando consigli di salute, fitness e dieta. Consigli azzeccati e coerenti.
Vediamo quello che dice per perdere la pancia:
– innanzitutto Nina dice che non c’è uno standard che vi rilevi davvero quanto grasso avete in eccesso sul girovita: è vero che le raccomandazioni sono di non superare i tot cm di girovita per la donna e i tot cm di girovita per l’uomo, ma molto dipende anche dalla vostra costituzione. Ricordiamoci che perdere la pancia significa buttare giù il cosiddetto grasso viscerale, una parte del quale è ovviamente importante per essere in buona salute, mentre il suo eccesso non soltanto è pericoloso, ma è più pericoloso di ogni altro grasso localizzato!
anche le persone magre possono ritrovarsi con la pancetta: la pancetta è spesso sinonimo di inattività fisica. Se vogliamo avere una pancia piatta e non siamo predisposti, dobbiamo avere una vita attiva.
Per vita attiva si intende: vita poco sedentaria, con camminate e momenti in cui preferiamo “stare in piedi” anziché seduti, per esempio, fare le scale al posto di fare l’ascensore, scendere a una fermata dell’autobus più lontana. Piccole abitudini quotidiane per combattere le ore seduti in ufficio. Oltre a questo, l’attività fisica: esercizi mirati come il plank, gli addominali verticali e orizzontali, fatti tenendo la schiena a terra e sollevando ora le gambe unite fino allo sterno, ora facendo i crunch a gambe sollevate e unite. L’importante è non esagerare e variare, di modo da esercitare tutti gli addominali. Bastano dieci minuti di esercizi al giorno.
– A questo si aggiunge un’attività full body:
dice Nina che è necessario far pompare il cuore, coinvolgere tutto il corpo per bruciare grasso. La pancia insomma non si perde facendo due addominali, ma facendo un’attività aggiuntiva, anche tre volte a settimana, di cardio fitness e full body, che potete programmarvi a casa se avete poco tempo e in palestra.
E veniamo ora all’alimentazione: la dieta per perdere la pancia deve avere
FIBRE (VERDURA, FRUTTA, VERDURA E FRUTTA CRUDE, LEGUMI)
CEREALI INTEGRALI (NIENTE PRODOTTI RAFFINATI)
ALIMENTI CHE STIMOLINO UNA BUONA REGOLARITA’ INTESTINALE (YOGURT, FERMENTI, AVENA)
Bisogna inoltre bere molto, dormire il giusto, evitare dolci e alcol, e soprattutto eliminare lo stress, che causa l’accumulo di grasso viscerale.
Insomma: perdere la pancia è un vero e proprio lavoro, ma non soltanto i risultati non tarderanno a venire, diventeranno facilmente parte della vostra vita quotidiana! Parola di Nina e mia!