Categorie: Come dimagrire

Come perdere peso senza attività fisica

Come perdere peso senza attività fisica?
Diciamo che fare una dieta senza pensare a fare anche dell’attività, o in generale essere sedentari, è sconsigliato.
Durante il dimagrimento ci sono cioè più possibilità di perdere massa magra se non si fa attività fisica, in più, la dieta è in generale più restrittiva se siamo sedentari. Per chi vuole tuttavia provare a perdere peso senza attività fisica e senza diete drastiche, ecco 5 consigli utili per riuscirci.
Chiaramente, non potete aspettarvi gli stessi risultati di una dieta ipocalorica.
Questi consigli funzionano, e lo fanno egregiamente, se il nostro obiettivo è quello di perdere poco peso per volta, per esempio un paio di chili al mese.

COME PERDERE PESO SENZA ATTIVITÀ FISICA

  1. Prova il fasting.
    Il digiuno intermittente consente di mangiare meno, ma bisogna approcciarsi a questa pratica poco per volta. Per esempio provando a stare dieci ore di fila (incluse quelle del sonno) senza mangiare, e se la cosa non ci causa troppo stress, provare per dodici ore. A quel punto, possiamo scegliere un digiuno intermittente di 14 0 16 ore a giorni alterni o dal lunedì al venerdì.
    Ecco tre piani per fare il digiuno intermittente.
  2. Focalizzati per prima cosa sulle verdure.
    Fai in modo che il piatto principale di pranzo o cena sia un piatto di sole verdure o ortaggi. Puoi poi aggiungere un piccolo secondo proteico di carne, pesce, uova o formaggi scremati, o aggiungere un etto di legumi scolati al piatto, e finire con un frutto o un piccolo panino integrale.
  3. Cucina: i piatti da asporto, le cene o i pranzi fuori, gli aperitivi. Sono tutte occasioni in cui davvero non si può quantificare con correttezza quante calorie si consumano. Una pizza margherita in teoria dovrebbe avere 850/900 calorie, nella pratica sono più verosimili 1200/1300 calorie. Stessa cosa per un dolce fatto in casa, a meno che non siate Nigella Lawson.
  4. Punta sul naturale.
    E’ sempre meglio riempire il carrello di prodotti naturali, cioè non industriali, come verdura, frutta, carne e pesce freschi e non da preparati, legumi freschi o secchi, formaggi Dop, cereali in chicco come fiocchi di avena per la colazione. In questo modo ridurre le calorie e mangiare più sano sarà semplice.
    E anche avere meno tentazioni a portata di mano, cioè in frigo o in dispensa.
  5. Includiti qualche sfizio.
    Stare a dieta o sentirsi a dieta è logorante. Meglio variare i piatti, e meglio anche concedersi un piccolo sfizio giornaliero che sia poco ingombrante. Per esempio un pacco di pavesini, 15 grammi di cioccolato fondente, 3 biscotti piccoli, due ghiaccioli o due lecca-lecca o 50 grammi di gelato. Siamo sulle 100 calorie ma questa piccola fuga dalla dieta ci permette di non sentire il sacrificio delle nostre scelte, e di non cedere a sgarri più grossi.
Eleonora Bolsi

Diplomata in bio-nutrizione con la qualifica di coach di nutrizione e benessere, sono independent researcher, imprenditrice e scrittrice in tema di diete, nutrizione, alimentazione naturale, disturbi e problematiche relative alla body-image.

Condividi
Pubblicato da
Eleonora Bolsi

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi l'informativa sulla privacy e la cookie policy