Correggere le orecchie a sventola con l’otoplastica

otoplasticaL’otoplastica è un intervento di chirurgia estetica che corregge i difetti delle orecchie, in primo luogo il difetto delle orecchie a sventola o ad ansa, ovvero delle orecchie un po’ troppo in fuori, con un difetto di proiezione rispetto alla faccia, e in secondo luogo anche la forma e la simmetria delle orecchie. Spesso chi soffre di orecchie a sventola può avere il difetto per entrambe le orecchie o soltanto per una, perciò l’otoplastica può riguardare anche un solo orecchio (otoplastica monolaterale). Pur essendo un intervento di pura correzione esteticache interessa uomini e donne, sono gli uomini a chiedere spesso l’otoplastica, e tra i personaggi celebri che si sono sottoposti a questo intervento troviamo infatti l’attore Brad Pitt.

L’otoplastica non incide sulla funzionalità dell’apparato uditivo, né la migliora in qualche modo: consiste infatti nel praticare un taglio nella porzione posteriore dell’orecchio e rimuovere una piccola zona di cartilagine a forma di losanga, di modo da migliorare l’attaccatura dell’orecchio che risulterà più aderente e meno prospiciente. L’intervento si può effettuare anche tramite laser. E’ possibile anche migliorare la posizione di un orecchio rispetto all’altro e rimodellarne la cartilagine in caso di malformazione congenita del padiglione auricolare (macrotia). L’intervento è piuttosto semplice, dura all’incirca un’ora e richiede l’anestesia locale, di rado la totale.

Possibili effetti collaterali riguardano la cicatrizzazione e la guarigione delle ferite, o la necessità di un ulteriore intervento di correzione chirurgica successiva alla prima otoplastica. Le cicatrici sono poco vistose e comunque mimetizzate dalla nuova posizione delle orecchie. Quali sono i costi? I costi dell’otoplastica sono di circa 1500 a orecchio, per un totale che si aggira dai 2500 ai 4000 euro.

Chiudi il menu