Dieta economica ma salutare? Ecco come!

Ultimamente sono tantissimi gli articoli che parlano (più all’estero che in Italia) di “diet on the budget” cioè spiegano come fare una dieta sana e salutare ma anche economica. Il problema è molto sentito: i Paesi più poveri con alto tasso di diabete e obesità, come il Cile e la Colombia, lamentano che i prodotti più economici sul mercato (pane, biscotti di bassa qualità, riso, patate, zucchero) sono spesso anche quelli ad alto carico glicemico. Bustine di patatine e altri snack in busta costano pochissimo. Il che spinge molte persone a vivere quel cibo come base dell’alimentazione, ma anche in Europa si avverte lo stesso problema: molti prodotti dietetici o biologici hanno un costo decisamente alto, e per una famiglia è difficile fare i conti a fine mese con voci di spesa sopra la media.
In Gran Bretagna hanno lanciato lo stesso allarme: più obesi per colpa del cibo da fast food, decisamente economico e ideale se non si ha tempo per cucinare (ordini e mangi) e le pizze da take away, fatte con pessime farine e ricche di condimenti, sono il lusso settimanale. Difficile trovare un fast food che offra ricche insalate di sola verdura, veri prodotti integrali da farine macinate a pietra, alimenti vegani selezionati, ma anche proteine animali di qualità e fritture in olii ottimi e non pessimi, tanto che il celebre chef Jamie Olivier ha lanciato l’allarme, difendendo le persone dei ceti sociali più poveri perché, di fatto, una dieta sana non è spesso una dieta economica.
Ma ci sono delle strategie per fare una dieta sana che sia anche una dieta economica?
(SEGUE A PAGINA DUE)

  • 6
    Shares