La dieta molecolare del dr Pier Luigi Rossi

Una dieta che non vi spingerà a considerare la calorie per perdere peso, ma le molecole degli alimenti, ovvero le interazioni tra cibi e l’effetto che questi cibi hanno sulla nostra salute dal punto di vista chimico. E’ quanto dice il celebre dottor Pier Luigi Rossi, che sulla dieta molecolare ha scritto due libri (il primo si chiama “Dalle calorie alle molecole“, edito da Aboca). Il dottor Rossi, medico e specialista in scienza alimentare di origini toscane, spiega nella dieta molecolare che le diete basate sul semplice conteggio calorico non hanno alcun fondamento scientifico. Cosa vuol dire esattamente? Significa che il sistema uomo è ben più complesso del sistema calorie e dunque contare le calorie per perdere peso non basta.

La dieta molecolare invece si fonda sull’idea che le molecole del cibo che ingeriamo avrebbero un rapporto dialogico con le nostre cellule e il nostro Dna, basandosi sulle recenti scoperte nel campo della nutrigenomica, una disciplina nutrizionale che si rapporta alla genetica individuando fattori di rischio e fattori di prevenzione. Se scegliamo i cibi con le molecole giuste potremmo perdere peso continuativamente.

In realtà, proprio studiando i menu della dieta molecolare, ci si accorge che, anche senza parlare di calorie, l’alimentazione proposta dal dottor Rossi è sempre impostata su un approccio ipocalorico e bilanciato. Lui non parla di calorie ma di interazioni tra cibo e Dna, ma il risultato non cambia: per dimagrire devi mangiare meno. E’ sacrosanto che la qualità e la scelta dei cibi contano: non ha senso dire che mille calorie di cheeseburger equivalgono a mille calorie di zuppa di lenticchie con verdura e farro. Nel secondo caso avremo infatti anche più acqua, più fibre, più vitamine e sali minerali e un migliore bilanciamento tra macronutrienti.
Quindi, a livello di salute, se anche sono sempre mille calorie, l’effetto sul mio corpo a livello chimico e ormonale sarà diverso a seconda delle mie scelte alimentari.

Il metodo insomma nasconde pur sempre un regime dietetico, anche se equilibrato, giudizioso, per promuovere un dimagrimento a lungo termine.
In particolare queste sono i principi della dieta molecolare:

  1. Un’alimentazione ottimale è di base vegana: il dottor Rossi non intende dire di escludere tutti gli alimenti di origine animale, ma di preferire il pesce come alimento animale, e al limite qualche latticino, ma in sostanza formaggi grassi e carni sono molto limitate a favore di legumi e pesce.
  2. I piatti sono sempre il risultato di una combinazione: i carboidrati vengono sempre associati a un alimento di origine proteica per non avere un impatto troppo pesante sulla glicemia. Prima di ogni pasto è suggerito di mangiare verdure crude o cotte.
  3. Evitare le farine da cereali per prediligere cereali in chicco: i carboidrati come abbiamo visto sono presenti nella dieta molecolare, ma Rossi suggerisce di prediligere i cereali in chicco e non i prodotti da da farine: dunque meglio un piatto di riso integrale o di orzo che uno di pasta. Allo stesso modo pane e altri prodotti da forno vengono molto ridotti.
  4. No ai grassi saturi: Rossi continua a sostenere l’importanza di una dieta a ridotto contenuto di grassi saturi. Sì invece ai semi oleaginosi (la classica frutta secca) e all’olio di oliva.
  5. Sì al digiuno intestinale: Ogni tanto è bene fare una giornata di riposo intestinale, in cui si segue un protocollo di semi-digiuno sia dai carboidrati complessi che da grassi e proteine. In sostanza si assume frutta e verdura sotto forma di insalate, zuppe, centrifugati, per un giorno.Ecco degli esempi di menu basati sulla dieta molecolare del dottor Rossi:
    La dieta molecolare per ridurre adiposità e infiammazione su pancia e cosce
    La dieta molecolare con obiettivo grasso addominale e detox fegato
    Il giorno di riposo intestinale
Chiudi il menu