Dieta Pegan: la dieta del 2019 per dimagrire

La dieta Pegan sarà la dieta del 2019.
Si tratta di una dieta che combina l’alimentazione Paleo con quella Vegana, cercando di unire il meglio di queste due diete.

Dunque la dieta Pegan non è strettamente una dieta Paleo, dato che il quantitativo di carne è molto ridotto, ma non è neanche al cento per cento una dieta vegana. Ovviamente, si può anche seguire una dieta Pegan vegana al cento per cento, e alla fine di questo articolo vi spiegherò come. Ma partiamo dall’inizio.
Cos’è la dieta Pegan?
La dieta Pegan è stata illustrata per la prima volta dal dottor Hyman nel 2014 nel suo blog, poi presentata in una puntata del dottor Oz show nel 2015. I due hanno così lanciato il programma dietetico Pegan 365, in cui veniva fornita una lista di alimenti e un piano di massima per seguirla.

La dieta tuttavia ha avuto successo solo di recente. Questo perché escludendo legumi e cereali diventava difficile immaginare un approccio più vegano alla dieta Paleo. Oggi, tuttavia, le cose sono cambiate. Ed è questo il motivo per cui la dieta Pegan sarà la dieta del 2019. 

DIETA PEGAN: I PRINCIPI

  1. Rispetto alla dieta Paleo, la dieta Pegan punta di più l’accento su verdura, frutta, tuberi, comprese le patate (ora consentite anche nella dieta Paleo), il riso e le proteine del riso, nonché i suoi derivati (formaggi di riso, latte di riso), i semi (mandorle, pistacchi, sesamo, ma non arachidi) e le proteine dei semi (per esempio le proteine dei semi di zucca, nuovo trend dietetico). Sono permessi anche castagne e cocco.
    A questa lista di alimenti si possono aggiungere con moderazione i legumi germogliati (o germinati) e i cereali germogliati. E ovviamente carne, pesce, uova, ma di allevamento locale.
  2. Il 75% della dieta deve provenire da fonti vegetali, essenzialmente da frutta e verdura.
  3. Carne e pesce o uova non devono essere portate principali, ma al limite “contorni”. Quindi chi vuole fare una dieta Pegan da onnivoro, carne, pesce e uova sono comunque limitati. Se ne può mangiare giornalmente in minima quota.
  4. I legumi sono fortemente limitati, e devono essere consumati occasionalmente e solo se fermentati e germogliati.
  5. I cereali sono limitati a massimo 100 grammi giornalieri, essenzialmente da riso o quinoa.
  6. La dieta Pegan si focalizza sui grassi da fonti vegetali, per esempio dai semi, dall’olio di oliva, dall’olio di cocco, dagli olii di semi.
  7. La dieta Pegan segue una regola del piatto. Due terzi del piatto devono provenire da frutta, verdura o tuberi, un terzo da proteine da noci, prodotti da noci, dal cocco, proteine dai semi, oppure uova, carne o pesce. A parte i condimenti.
  8. Ogni giorno occorrerà mangiare: 5 porzioni di verdura (circa mezzo chilo), 4 tra frutta e tuberi o altri carboidrati ammessi (per esempio riso), 3 di proteine (300 grammi in tutto) tra prodotti proteici da semi, dal cocco, dai legumi fermentati e germogliati, da carne, pesce o uova, 2 porzioni di grassi al giorno, ovvero due cucchiai di olio vegetale o avocado o cocco. Una porzione al giorno (100 ml) di latte vegetale da riso, da cocco, da nocciole, da mandorle.
    Vediamo a pagina due come fare una dieta Pegan che sia al cento per cento Vegan.
    (SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu