Dieta per artrite: i consigli del prof. Giorgio Calabrese

Dieta per artrite: esistono delle indicazioni dietetiche che possono ridurre i sintomi dell’artrite? La risposta è complicata, dato che le origini di questa malattia infiammatoria non sono ancora certe: quello che si sa è che l’alimentazione oggi può peggiorare o migliorare la sintomatologia, e che studi recenti hanno sottolineato come una dieta mediterranea sana possa essere la dieta per artrite ideale per chi purtroppo ne soffre. Di recente, il celebre dietologo prof. Giorgio Calabrese ne ha parlato in un articolo, evidenziando quali aspetti alimentari sembrano peggiorare i sintomi dell’artrite e quali aspetti possono invece migliorarla. Ha anche parlato di integrazione, quindi riassumo il tutto in questo breve articolo.

DIETA PER ARTRITE, I CONSIGLI DEL PROF. GIORGIO CALABRESE
Sì alla dieta mediterranea, ma occhio agli eccessi: chi soffre di artrite deve tenere sott’occhio le porzioni, e mantenere un buon peso corporeo. E’ necessario evitare una dieta troppo ricca di zuccheri, mantenendo un apporto di fibre adeguato e non eccessivo.
Come migliorare la propria dieta: al posto del riso bianco, meglio quindi quello integrale, e la pasta va mangiata sempre al dente, associata a verdure crude o cotte e un filo di olio di oliva a crudo (provate per esempio la pasta di grano Senatore Cappelli o Russello, n.d.R)Olio di oliva e pesci grassi o pesce azzurro sono un toccasana per chi soffre di artrite: da una parte i grassi monoinsaturi, dall’altra gli omega3. Vanno invece ridotti: i grassi saturi della carne e i polinsaturi di tipo omega6. Niente fritture con olii vegetali (che non siano l’olio di oliva, quindi), niente prodotti industriali ricchi di olii con troppi omega6 come olio di soia, di girasole, di arachidi. La frutta secca va mangiata con moderazione, e va evitata quella salata in superficie, preferendo quella fresca, il più possibile locale. Sapevate per esempio che le mandorle siciliane hanno meno grassi e più antiossidanti di quelle americane? Occhio quindi a derivazione ed etichette.
Vanno ridotti anche gli alimenti troppo ricchi di sodio: chi soffre di artrite deve evitare prodotti da forno salati, salumi, formaggi stagionati.
Dieta per artrite: gli alimenti amici. Oltre a olio di oliva, pesce azzurro, riso integrale, sì a un bicchiere di vino rosso al giorno, un pezzetto di cioccolato extrafondente o un cucchiaio di cacao amaro (magari con dello yogurt), tè verde, peperoncino, yogurt greco e latte di kefir per il loro apporto di probiotici, che riducono lo stato infiammatorio causato dalle citochine. Frutta (soprattutto agrumi e frutti rossi) e vegetali freschi e di stagione completano la dieta.
I consigli del dottor Calabrese sono perfettamente in linea con la dieta anti-infiammatoria promossa dalla Arthritis Foundation. 
La possibile integrazione: per chi soffre di artrite reumatoide, il ginseng rosso potrebbe essere un valido aiuto, con la sua azione immuno-stimolante e tonica. Non è adatto in chi prende farmaci anti-coagulanti e in chi soffre di pressione bassa e ovviamente il suo uso va prima discusso con il proprio medico.

Chiudi il menu