Dieta per ritenzione idrica: lo schema di 3 giorni del dr Oz!

Sei gonfio o gonfia, la cinta ti stringe, la fede o altri anelli ti stringono le dita, causando un alone rosso sotto, verso il palmo? Se premi un dito contro le gambe o la pancia, l’impronta non sparisce subito? Hai preso un chilo senza sapere il motivo e hai le borse sotto gli occhi? Questi e altri sintomi sono tipici di uno stato di ritenzione idrica, e partendo da un piano messo a punto dai nutrizionisti del doctor Oz e dalla coach Jen Widerstrom, ti propongo una dieta per ritenzione idrica che, seguita da uno a tre giorni, ti permette di liberarti del peso causato dall’acqua di troppo che stai trattenendo. Il tutto con due ottime ricette per dei drenanti naturali per ritenzione idrica, ricchi di potassio! Ti sgonfierai così di uno o due chili causati dalla ritenzione.

UN GIORNO DI DIETA PER RITENZIONE IDRICA
A chi è adatto?
A chi accusa tutti i sintomi di cui sopra.
A chi ha ecceduto con alcol o carboidrati il giorno prima, a chi è preda di stress e costipazione, dopo un viaggio.

Colazione: un caffè forte, un bicchiere di drenante naturale (clicca qui per la ricetta) o Sassy Water, una bruschetta fatta con una fetta di pane di segale o integrale tostato su cui abbiamo spalmato sopra una fetta (30-40 gr) di avocado maturo con un cucchiaino raso di olio oppure un pomodoro maturo al posto dell’avocado. Durante la giornata: bere il drenante naturale.

Pranzo: 200 gr di cannellini lessati (peso da lessi) con un cucchiaino di olio e uno di aceto di mele o succo di limone, mezza costa di sedano tagliata a fette sottili, una manciata di prezzemolo, poco sale e pepe. Un cetriolo medio grande a fette. Un kiwi a fine pasto o 100 gr di mirtilli. Un decaffeinato.

Spuntino: un finocchio crudo con un filo di olio di oliva o 100 gr di olive  verdi.
 + Un tè alla banana (si ottiene prendendo una banana intera e cuocendola in 250 ml di acqua a pezzi, comprensiva della buccia ma non delle parti nere ai margini. Essenziale che la banana sia biologica e non trattata: cuocere per dieci minuti il composto, lasciare raffreddare e bere con una spolverata di cannella).

Cena: 150 gr di petto di pollo alla griglia con verdure in stir-fry, ovvero verdure saltate in padella con un cucchiaino di olio di oliva: a scelta tra asparagi, spinaci, finocchi, cipolle ramate o un mix. Bene anche la cottura a vapore delle verdure e il condimento a crudo. Al posto del pollo: due uova o un filetto di pesce bianco a scelta (100-200 gr da crudo). Una fettina di pane integrale tostato.
Pranzo e cena possono essere invertiti.
Dopocena: uno yogurt magro naturale (100 gr), anche greco, con mezza banana a pezzi o una banana media.