Dieta personalizzata: intervista alla dott.ssa Maria Papavasileiou

new-slide_homeOltre seicentomila persone la seguono ogni giorno sulla sua pagina facebook Dieta Personalizzata, dove dispensa consigli utili a chi vuole alimentarsi meglio, illustra le proprietà di molti cibi vegetali, propone ricette salutari e gustose: si tratta della dottoressa Maria Papavasileiou, nutrizionista e dietista con uno studio a Milano, considerata la nutrizionista più famosa del web. Abbiamo già avuto modo di ospitare dei suoi articoli su questo blog, ma sono molte le persone a chiedersi come ricevere una dieta personalizzata dalla dottoressa, e se la dottoressa segue un metodo. Ebbene, con questa intervista riusciremo a rispondere alle domande più frequenti, e per chi è interessato a un consulto, a fine intervista trova i dati per contattare la dottoressa.

1) Gentile dottoressa, iniziamo con una presentazione della sua attività: può spiegare ai nostri lettori quali sono le sue aree di intervento? E’ possibile una consulenza a distanza?

R.: Mi occupo di insegnare uno stile di vita sano alle persone, in modo da aiutarle a rimanere in forma ed in salute più a lungo possibile. Cerco di farlo condividendo ogni giorno consigli e ricerche sulla mia pagina facebook, tramite il sito e tramite convegni periodici. Chi vuole approfondire, poi, può raggiungermi in studio, a Milano, oppure, per i più lontani o per chi è impossibilitato, c’è la possibilità di contattarmi tramite skype, in questo modo non esistono più barriere o scuse per chi decide di iniziare questo percorso.
Mi piacerebbe un mondo dove la gente sia sempre più consapevole di cosa mangia e perché lo mangia, in modo da cercare, sempre più, una prevenzione verso obesità e malattie correlate ad una errata alimentazione.

2) Negli ultimi tempi moltissime persone sono interessate a cambiare verso un’alimentazione vegetariana o vegana. So che lei si occupa anche di educare i suoi pazienti attraverso una fase di transizione dalla dieta onnivora a una dieta vegetariana/vegana. Perché è necessaria questa fase di transizione?
R.: Questa fase è molto importante perché l’alimentazione vegetariana / vegana è completamente diversa da quella onnivora, quindi i pazienti devono essere nuovamente educati in modo da poter gestire autonomamente la propria alimentazione evitando carenze (mi capitano spesso persone che hanno intrapreso una dieta fai da te con esami totalmente sballati). In questa fase di transizione si impara a sostituire le proteine di origine animale con quelle di origine vegetale, come abbinare gli alimenti e come assumere minerali e vitamine necessarie.
(SEGUE A PAGINA DUE)


Articoli correlati

Dieta personalizzata: intervista alla dott.ssa Maria Papavasileiou

di Eleonora Bolsi tempo di lettura: 4 min