Dieta probiotica per la linea

I probiotici sono dei microrganismi che favoriscono il benessere della nostra flora batterica: quando infatti parliamo di dieta e dimagrimento, non dobbiamo dimenticare che il nostro corpo è una macchina complessa soprattutto dal punto di vista chimico, e che molti processi che aiutano la perdita di peso avvengono  proprio a livello intestinale. Come ho già scritto in precedenza, una persona magra, secondo i ricercatori, avrà un intestino sano con una buona flora batterica, mentre una persona sovrappeso o obesa ha una flora intestinale minacciata dalla presenza maggiore di batteri cattivi.
Chi ha una buona flora batterica tende insomma a essere magro. In questo i probiotici, i famosi fermenti vivi di cui alla tv abbiamo spesso sentito parlare, sono una manna dal cielo per aiutarci a incrementare i batteri buoni e quindi a velocizzare la digestione e anche il metabolismo.
Sono i probiotici i nostri grossi alleati, tanto che spesso i medici raccomandano una dieta probiotica, ovvero un regime alimentare che contempli il consumo di questi probiotici e grossi quantitativi di verdura e frutta (più del tipo acido) per incrementare una buona flora batterica e così dimagrire. Nei carboidrati si trovano infatti i cosiddetti prebiotici, ovvero quelle fibre che sono utili all’intestino per creare un ambiente favorevole ai probiotici.
La dieta probiotica è stata spesso considerata “una di quelle diete strane che funzionano”.  Si basa sull’assunzione sia di probiotici che di prebiotici.
I probiotici vanno assunti dalla mattina, e sono presenti in: yogurt, kefir (sia acqua che latte), latte fermentato e yogurt di soia. Ma anche: crauti, cetriolini sottaceto e tempeh.
I prebiotici invece sono negli alimenti contenenti fibre e oligosaccaridi, perciò carboidrati:
frutta: mele, banane, kiwi, uva, frutti di bosco,
verdure: verdura a foglia verde, cipolle e aglio, porri e cipollotti.
cereali: riso integrale, semi di lino,  mais, grano saraceno
legumi: lenticchie, piselli e fagioli
mandorle, miele, tè verde, zenzero.
ALIMENTO NO: i dolcificanti artificiali. 
Da notare che gli alimenti contenenti prebiotici hanno appunto gli oligosaccaridi, tra i FODMAPS responsabili del gonfiore intestinale. Sono alimenti con fibre che rallentano la digestione, per cui sono controindicati a chi soffre di gonfiore addominale. Certo, è un gatto che si morde la coda: da una parte sono essenziali alla dieta probiotica, dall’altro causano fermentazione e possono essere poco tollerati. Il mio consiglio è: seguire la dieta probiotica iniziando a incrementare la nostra dieta di tutti i giorni con i probiotici e cercando di mangiare integrale. Tra gli alimenti con prebiotici che sono tollerati anche da chi ha problemi intestinali troviamo le verdure a foglia verde (soprattutto se hanno foglie tenere), i piselli, il miele, il tè verde, i kiwi, i frutti di bosco, il riso integrale.

La dieta dei fermenti probiotici La dieta probiotica ha spopolato negli ultimi anni come "una delle diete di Madonna" (ne ha fatte tante, a me pare sempre uguale) e "una delle diete p...
Le migliori diete del 2014 secondo Dcomedieta Quali sono state le migliori diete di quest'anno? Il 2014 è coinciso con l'apertura di questo mio blog, e di diete ce ne sono state davvero di tutti i...
La flora intestinale “malata” fa ingrassare Cosa ci rende grassi? Certo, mangiare troppo ci rende grassi, ma secondo quale meccanismo ingrassiamo? E perché ci sono persone che mangiano tanto e n...
Migliora la tua digestione da subito Cosa significa migliorare la nostra digestione? Perché è così importante? Avere una digestione più efficace ci permette di avere anche un metabolismo ...
In arrivo i nuovi probiotici per perdere peso Che il nostro intestino sia un vero e proprio "secondo cervello" direi che più o meno l'abbiamo intuito tutti. Pensate solo a quanto conta nel dimagri...
error: Content is protected !!