Dimagrire con i pasti sostitutivi secondo il metodo Optavia

Del metodo Optavia vi ho già parlato brevemente: è la dieta dei pasti sostitutivi che ha permesso al celebre “Boss delle torte” di perdere peso. In questo articolo vi descrivo come dimagrire con i pasti sostitutivi secondo il metodo Optavia, con dei suggerimenti di pasti sostitutivi che hanno meno “schifezze” rispetto alla maggior parte dei pasti sostitutivi in commercio.

E che ovviamente non sono quelli della Optavia, che in Italia non esistono, ma hanno lo stesso numero di calorie e ripartizione di nutrienti.

Chi cerca una alternativa 100% naturale, può invece trovare nel libro “La dieta dei pasti sostitutivi naturali” di Dcomedieta delle ricette e applicare poi questo metodo saltando i piani personalizzati secondo il proprio fabbisogno, sia in versione dolce che salata.

DIMAGRIRE CON I PASTI SOSTITUTIVI SECONDO IL METODO OPTAVIA

Regole: si mangia ogni 2-3 ore e si fa una camminata di mezzora/un’ora tutti i giorni nella prima fase. Nelle successive: una camminata di mezzora ogni giorno + 20 minuti di attività fisica 2-3 volte a settimana.

Prima fase. 

Nella prima fase si fanno 5 pasti di cui uno, soprannominato “Lean and Green”, da cucinarsi a casa.

Colazione: pasto sostitutivo con uno smoothie vegano tipo Sunwarrior Proteina Vegetale Cioccolato o uno smoothie normale da latte tipo tipo Ekopura proteine bio – Cacao, ottenuto miscelando un misurino di circa 25-30 grammi in un bicchiere di acqua. Caffè o tè possono essere aggiunti purché senza zucchero ma con stevia.
Spuntino: mezzo bicchiere di pasto sostitutivo.
Pranzo: un cetriolo o un quarto di finocchio + un bicchiere di pasto sostitutivo.
Spuntino: come metà mattina.
Cena. 120 grammi di petto di pollo, vitello o tacchino, oppure omelette di 150 grammi di albume + una fettina di prosciutto, o 120 grammi di pesce bianco a scelta o 70 grammi di tofu o seitan alla piastra. Insalata mista con un cucchiaino di olio, oppure radicchio alla piastra, spinaci, cavolo cinese, indivia, scarola, cicoria. Erbe e spezie aromatiche a piacere.
Una tisana dolcificata con stevia.

La prima fase va perseguita finché non si perde la maggior parte del peso, e circa per 2-8 settimane a seconda di quanto si vuole perdere. La perdita è di circa 6-7 chili al mese. 

Seconda fase. 

Nella seconda fase si fanno 6 pasti al giorno, di cui 4 con pasto sostitutivo, un pasto “Lean and Green” da cucinarsi a casa e 1 snack.
Colazione: come da prima fase.
Spuntini a metà mattina e a merenda: come da prima fase.
Pranzo e cena: come da prima fase. A cena si possono variare le verdure con funghi, zucchine, cetrioli, finocchi, peperoni, pomodori.
Spuntino extra: 150 grammi di kiwi, arance, ananas, fragole, frutti rossi, pesca o 200 grammi di melone.
Questa fase è di transizione, e serve a perdere gli ultimi 2-4 chili. Deve durare dalle 2 alle 5 settimane.
La perdita è di circa 3-4 chili al mese.

Terza fase. 

Nella terza fase si fanno tre pasti al giorno con pasto sostitutivo, tre pasti normali. E’ la fase del mantenimento.
In alternativa ai pasti sostitutivi, vi inserisco in corsivo cosa mangiare.
Colazione: come da prima fase, oppure 150 grammi di yogurt scremato bianco + 3 frollini o un pacco di pavesini o due fette biscottate con poca marmellata o una banana piccola. Oppure un dolce fatto in casa a scelta da 150 calorie massimo più 150 ml di latte scremato o di soia senza zucchero.
Spuntino: come da prima fase, oppure 200 ml di latte scremato o 150 ml di succo di mela senza zucchero + 5 mandorle.
Pranzo: 60 grammi di pasta o riso o cereali in chicco o pasta di legumi. 40 grammi di formaggio magro tra ricotta e primosale, oppure un uovo grande oppure una scatoletta piccola di tonno sottolio ben sgocciolato o 100 grammi di legumi in barattolo sgocciolati. Sugo semplice o 150 grammi di verdure o ortaggi a scelta. Un cucchiaino di olio.
Spuntino: come da prima fase, oppure 125 grammi di yogurt vitasnella/di soia + una noce o un frollino piccolo.
Cena: come cena Lean and Green + una fetta di pane tostato da 25 grammi o 100 grammi di patate. Le verdure possono variare a vostra scelta, in quantità libera. Più: 5 grammi di cioccolato fondente o 3 mandorle e una tisana senza zucchero.
Spuntino extra: 150 grammi di kiwi, arance, ananas, fragole, frutti rossi, pesca o 200 grammi di melone.

In caso di cena fuori, pranzo in famiglia eccetera: si segue la prima fase per tutti gli altri pasti e si considera la cena di sgarro come Lean and Green.

Chiudi il menu