Dimagrire la pancia: la guida pratica di D come Dieta

Ho scritto numerosi articoli su come dimagrire la pancia. Spesso si tratta di soluzioni che affrontano il problema su più fronti: difatti, né la sola dieta né i soli esercizi riescono a farci perdere peso lì dove vogliamo, semplicemente perché il dimagrimento localizzato si ottiene solo con metodi medici estetici o chirurgici. Il corpo ragiona diversamente.

Se intendiamo perdere specificamente massa grassa, dobbiamo prima considerare la nostra composizione corporea e il nostro metabolismo.
Quant’è la nostra massa magra rispetto alla grassa? Ci alleniamo?


E che metabolismo abbiamo?
Riteniamo di mangiare abbastanza?
Siamo sicuri di fornire al corpo tutti i nutrienti di cui ha bisogno?

DIMAGRIRE LA PANCIA: DIFFERENZE DI COMPOSIZIONE CORPOREA

  1. Le persone in forte sovrappeso o obese non possono porsi come obiettivo un dimagrimento selettivo: devono prima perdere peso, e questo sì, significherà anche dimagrire la pancia, ma non solo.Dunque se si è sovrappeso o si hanno problemi di obesità, è meglio agire subito sia a livello dietetico che con una moderata attività fisica, cercando di individuare ulteriori cause di rallentamento metabolico, e non solo puntando a mangiare di meno. Per questi soggetti ritengo necessario affidarsi a un dietologo, che da medico può anche stabilire la loro idoneità all’attività fisica e prescrivere accertamenti per individuare problemi secondari di obesità.
  2. Nelle persone normopeso ma che si allenano e hanno una migliore composizione corporea, se la pancia continua a essere sporgente, il grasso sottocute può essere il vero problema, reso più evidente dal gonfiore intestinale. In questo caso è meglio seguire le regole su come perdere il grasso ostinato.
  3. Esistono anche persone normopeso con problemi di grasso viscerale: è il caso dei cosiddetti “falsi magri” e qui avere una routine di allenamento è molto importante. Più infatti si seguono diete drastiche più la situazione peggiora. Si può anche evitare un approccio professionale per la dieta, ma affidarsi a un coach e seguire poche regole di alimentazione corretta può fare la differenza se siamo dei falsi magri.
  4. In tutti i casi citati, provare a migliorare la digestione, ridurre i cibi che creano fermentazione intestinale e iscriversi in palestra sono tre soluzioni assolutamente efficaci che devono accompagnarsi a un’alimentazione sana, mirata e non troppo restrittiva.Il grasso corporeo infatti lo si perde lentamente, per effetto di un aumento del metabolismo e di un corpo più efficiente, allenato e tonico.
    Vediamo allora come poter agire su tutte queste situazioni. (SEGUE A PAGINA DUE)


Chiudi il menu