Dimagrire velocemente: la mia strategia

Ho di recente fatto un video sulla mia dieta lampo per dimagrire velocemente, cioè permettere al corpo una perdita di peso rapida, contando queste due condizioni:
– nessuna dieta restrittiva
– nessuna dieta troppo ipocalorica
Lo svantaggio di fare una dieta che restringe intere categorie di cibi è noto: da una parte, evitare i carboidrati o del tutto i grassi può causare dei problemi di salute, per esempio ormonali, e la perdita di peso rapida, tipica delle diete chetogeniche, inizialmente è maggiore di una ipocalorica bilanciata perché si perdono molti liquidi. Successivamente, il corpo si adatta alla chetosi, quando mangiamo grassi invece che carboidrati (o quando digiuniamo, o quando non mangiamo carboidrati e rimaniamo anche a grassi bassi: esistono diversi tipi di chetosi), dunque la perdita di peso iniziale si minimizza sempre più e si torna a un regime tendenzialmente ipocalorico per perdere peso. Inoltre, quando si riprende a mangiare in modo bilanciato, il corpo reagisce accumulando peso.

Lo svantaggio di una dieta bilanciata ma ipocalorica è che il metabolismo si abbassa e una situazione di stallo, per cui la bilancia non scende né sale, è frequente. In questo caso, sia la nostra condizione fisica che la nostra salute sono compromesse. Se tagliamo troppe calorie, il corpo attacca la massa muscolare e preserva quella grassa. Ci sentiamo stanchi e affaticati, siamo vittime di fame nervosa. Anche qui, tornando a mangiare come prima il corpo riprende con gli interessi.

Ecco allora cosa faccio io, tenendo conto che seguo questo schema senza abusarne, ma una volta o due l’anno per una settimana, in genere dopo o prima le vacanze: una dieta lampo per dimagrire velocemente senza riprendere peso, adattando il metabolismo a giorni ipocalorici e più proteici (ma non iperproteici) a giorni di normale alimentazione con i carboidrati inclusi.
Lo trovo un metodo abbastanza efficace, soprattutto se settato prima o dopo un periodo in cui sappiamo che mangeremo di più, come durante le feste o le vacanze, ecco lo schema di questa dieta a pagina due.
(SEGUE A PAGINA DUE)