Categorie: Notizie

Dimagrire velocemente o no? Non fa differenza

I risultati di una ricerca controversa su quanto tempo impiegare a dimagrire svelano che dimagrire velocemente o dimagrire poco per volta non fa differenza in termini di salute.

Dunque le diete lampo, quelle diete veloci che in tanti demonizzano, possono essere assolutamente valide al pari di un dimagrimento graduale. I ricercatori della York University spiegano che chi vuole dimagrire velocemente non ha alcun vantaggio in più sulla salute, ma neanche svantaggi.

Dimagrire per chi ne ha bisogno va bene sia con una dieta rapida che con una dieta che permette la perdita di massimo mezzo chilo a settimana. Non ci sono rischi di tipo cardiovascolare o metabolico a seguire una dieta lampo, contrariamente a quello che si è sempre pensato.

L’unico problema? Semmai quello di mantenere il peso raggiunto.
Cioè chi usa una dieta drastica e veloce per dimagrire deve poi comportarsi in modo tale da non riprendere peso. E si è visto che l’unico modo per riuscire a non ingrassare di nuovo, secondo precedenti studi, è mantenere il peso raggiunto per un periodo che va da uno a due anni. Solo così si stabilizza.

Poiché ci sono più probabilità di mantenere il peso perso se si dimagrisce poco per volta, il rischio di una dieta rapida è quello di farci ingrassare di nuovo se non stiamo attenti. E questo sì è deleterio per la salute.

Approfondimenti. 
La dieta del dottor Nowzaradan.
Come dimagrire velocemente: il metodo che funziona. 

Eleonora Bolsi

Diplomata in bio-nutrizione con la qualifica di coach di nutrizione e benessere, sono independent researcher, imprenditrice e scrittrice in tema di diete, nutrizione, alimentazione naturale, disturbi e problematiche relative alla body-image.

Condividi
Pubblicato da
Eleonora Bolsi

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi l'informativa sulla privacy e la cookie policy