Fast 800, la dieta rapida del dottor Mosley

Si chiama Fast 800, è una dieta rapida di tre settimane, ma tutto il programma ne dura 12.
E il suo ideatore, il dottor Michael Mosley, celebre per la dieta Fast o 5:2, lo definisce “il miglior programma dimagrante che abbia mai realizzato”.

Efficace per perdere velocemente tutto il peso in eccesso e mantenere i risultati per sempre, la dieta rapida Fast 800 è pensata per chi ha problemi di sovrappeso ma anche glicemia alta.
Si tratta di una dieta restrittiva in calorie per sole due settimane, vi anticipo che è dura.
800 calorie al giorno suddivise in 4 pasti da 200 calorie l’uno, di cui in esclusiva vi fornisco alcune ricette.
E la regola aurea: un digiuno intermittente di 12 ore al giorno.

In pratica, questo vuol dire che dall’inizio della colazione alla fine della cena devono passare dodici ore in tutto, e che per altre dodici ore invece dobbiamo osservare un periodo di digiuno.

Per esempio, si può smettere di mangiare alle otto di sera e fare colazione a partire dalle otto del mattino. O, se cenate tardi, finire di mangiare per le dieci di sera e fare colazione alle dieci del mattino.
Si perde tantissimo peso, fino a 6-8 chili nella fase d’urto delle due settimane, e in totale, per le 12 settimane, si può perdere fino a 10-15 chili.
L’importante è seguire la dieta Fast 800 passo dopo passo.
In questo articolo vi svelo come.

FAST 800, LA NUOVA DIETA RAPIDA DEL DOTTOR MOSLEY.

PRIMA SETTIMANA O SETTIMANA DI TRANSIZIONE.

  • Dal lunedì al venerdì si mangia normalmente.
  • Il sabato e la domenica si mangia normalmente ma ci si astiene dal cibo per 14 ore consecutive.

Questo vuol dire per esempio cenare entro le otto di sera e poi digiunare fino alle dieci del mattino dopo. Oppure fare una merenda abbondante alle 18,00, saltare la cena
e fare colazione alle otto del mattino dopo.
Questo per solo i due giorni del week end.

SECONDA E TERZA SETTIMANA.

  • E’ la fase della dieta vera e propria, e va fatta senza eccezioni per 14 giorni di fila.
  • Si fanno 4 pasti da 200 calorie. E si osserva un digiuno di 12 ore consecutive.
    Per esempio, si può fare un minipasto o uno shake scegliendo tra le ricette che il medico propone nel suo libro, alcune delle quali le trovate alla fine di questo articolo.
  • Colazione con uno shake o un minipasto.
  • Una merenda a metà mattina o metà pomeriggio con shake o minipasto (vi consiglio il pomeriggio).
  • Pranzo o cena con shake o minipasto per un totale di 4 pasti al giorno.
  • Digiuno da 12 ore.

    Vi faccio alcuni esempi di minipasto.

  • 170 grammi di yogurt greco scremato Fage con un cucchiaino raso di miele + 100 grammi di carote.
  • Due uova sode più 300 grammi di cetrioli.
  • Una scatola di tonno al naturale, una galletta di riso o mais e 200 grammi di pomodori, con poco sale e origano ma senza olio.
  • 50 grammi di bresaola e 200 grammi di funghi saltati in padella con un cucchiaino di olio.
  • Una porzione di minestrone light (senza legumi né patate) con un cucchiaio di parmigiano + 100 grammi di fiocchi di latte.
  • 100 grammi di petto di tacchino a fette con 200 grammi di spinaci lessati con un cucchiaio di parmigiano.
  • Una barretta fitness Nestle o un pacchetto di pavesini + 200 ml di latte scremato + 4 mandorle.
  • 150 grammi di gamberetti lessati, 100 grammi di insalata o songino, un cucchiaino di olio, succo di limone, una galletta di riso o mais.
  • Omelette di 100 grammi di albumi con un cucchiaio di farina di grano saraceno (30 grammi), cotta in padella antiaderente e condita con un pomodoro a fettine piccolo e 30 grammi di prosciutto cotto.

Durante la fase di digiuno si possono bere tisane, caffè o tè dolcificate con stevia o eritrolo.
Non si fa attività fisica in questa fase!

(SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu