Fitwalking, camminare e fare fitness per dimagrire

Che cos’è il fitwalking? E’ un modo di camminare finalizzato più della normale camminata al dimagrimento, perché combina l’azione del camminare a una attività fitness. Tutto bello, ma ha delle regole, e queste regole rispondono meglio di me a chi ama camminare ma non trova nella tradizionale camminata una maniera per perdere peso.
Trattandosi infine di una attività meno invasiva della corsa, con il fitwalking è quasi impossibile arrivare al sovrallenamento. Consigliato a chi non riesce ad allenarsi in palestra, il fitwalking è adatto a tutti, purché si seguano le regole che adesso spiegherò e si trovino degli spazi adatti per farlo: boschi, grandi parchi, percorsi anche personalizzabili ma che siano lunghi e impegnativi abbastanza.

COME FARE IL FITWALKING?

Le regole:
1) Se non avete mai camminato con costanza, per la prima settimana, dedicatevi a una normale camminata, aggiungendo cinque minuti ogni volta. Partite da un quarto d’ora o mezzora a passo svelto, poi aggiungete cinque minuti. Dopo sette giorni avrete raggiunto un’ora di camminata circa.
2) Bisogna usare scarpe da ginnastica e portarsi uno zainetto con dell’acqua. Anche bere prima aiuta.
3) Dopo la prima settimana, iniziamo il vero e proprio fitwalking. La postura è dritta, i muscoli addominali devono essere leggermente contratti. Non è una passeggiata rilassante. Il corpo è interamente in azione. Ogni tanto contraete anche le gambe e strizzate i glutei!
4) Iniziate ogni sessione con qualche esercizio di stretching: allungate i muscoli delle braccia e delle gambe, stiracchiatevi. Potete farlo anche poco prima di uscire.
5) Imparata la giusta postura, dobbiamo imparare il passo. Dev’essere il più veloce possibile e un po’ più lungo del normale. Per più veloce possibile si intende: oltre i sei chilometri orari, quasi sette. Dovete camminare così velocemente da sentire il cuore battere più forte e da non poter sostenere una conversazione facilmente. Dopo mezzora sarete già stanchissimi. Aumentate di cinque minuti ogni settimana o ogni tre giorni.
6) Provate a farlo tutti i giorni, ma se sentite dolore alle gambe, iniziate a giorni alterni.
7) Per perdere peso si stima come idoneo un tempo giornaliero di fitwalking dai 45 ai 60 minuti per i principianti.
Cosa accade dopo? Dopo il primo mese, o quando saremo capaci di superare agilmente questa quota (anche due mesi), aggiungiamo dei pesetti per le braccia, da un chilo per mano, e usiamoli per il nostro tragitto. Possiamo tenerli tra le mani con le braccia leggermente piegate, e ogni tanto agitare le braccia in alto e verso l’esterno per tonificare le braccia.
8) Nei mesi ulteriori, variamo i percorsi: percorsi con pendenze, con scale, o persino piccole arrampicate renderanno il nostro allenamento completo!


Articoli correlati

Fitwalking, camminare e fare fitness per dimagrire

di Eleonora Bolsi tempo di lettura: 2 min