Ginnastica per dimagrire, quale?

Avete presente quando vi iscrivete in palestra con l’obiettivo di fare ginnastica per dimagrire? Non siete gli unici, ma non tutti tra voi riusciranno nell’intento. Perché?
Le principali richieste di chi si iscrive in palestra sono essenzialmente cinque: 
1. Perdere peso, sia uomini che donne (ma più donne).
2. Rimodellarsi, ovvero tonificarsi (per le donne) nei punti giusti.
3. Mettere massa muscolare (più uomini che donne).
4. Mettere su peso (persone molto magre, uomini o donne “ectomorfi”).
5. Potersi permettere di mangiare di tutto, tanto poi c’è la palestra, a che cosa serve andare in palestra sennò?

Ecco, secondo il mio modesto parere, prima di iscrivervi in palestra dovreste parlarne con qualcuno, un istruttore serio, un nutrizionista sportivo o entrambi, qualcuno che mostri di tenere a voi e di sapervi ascoltare: risparmiereste un po’ di soldi.

E anche prima di mettervi a fare di testa vostra, iniziando a fare sforzi sovrumani per dimagrire, imponendovi la sveglia all’alba e la corsa, gli esercizi con la tutina di plastica che vi prosciuga: voi che prima di aver perso la linea avete perso dimestichezza con ogni parte del vostro corpo e  per ogni cosa usate la macchina.

Infatti, a dispetto di quelli che vi insegnano, la ginnastica per dimagrire di fatto non esiste, soprattutto se intendete dimagrire in fretta e in alcuni punti.
L’istruttore, se è uno bravo, non può garantirvi due cose partendo dall’attività fisica:
– farvi perdere la ciccia proprio dove volete voi.
– farvi perdere peso in fretta.
Mettiamo anche che vi dica di poter ridurre la vostra massa grassa:
già spara un po’ alto, anche perché voglio vedervi a potervi dimostrare di avervi fatto perdere solo grasso corporeo. Ma mettiamo pure che lo faccia. Non può prevedere i tempi, perché, mettiamo caso che dimagriremo, è difficile stabilire una tempistica per tutti ed è impossibile farlo se non si impone una dieta. 

La maggior parte delle persone non perde peso subito facendo ginnastica, mette su massa muscolare, quindi nei primi tempi il peso lo acquista. Se poi fate gli esercizi sbagliati, con sforzi inverosimili, magari associandoli a una dieta rigida, è molto probabile che lo stress causato dall’allenamento sarà tale da procurarvi uno stato infiammatorio, con edema, affaticamento progressivo, rischio di traumi, problemi di sonno, e con il metabolismo che si allenerà più di voi per starvi dietro, centellinando ogni grammo di energia per farselo bastare.

Se correte come pazzi sul tapis roulant credendo di stare bruciando 300 calorie in 30 minuti, ebbene, non lo state facendo. Lo so che sul tapis roulant c’è scritto così. Ma è una media, e in particolare la vostra capacità di bruciare calorie dipenderà sempre dalla vostra composizione corporea e dal vostro metabolismo basale.
Accade poi che non vedete i risultati, vi disperate e buttate nel cesso l’abbonamento. Cavolo, ma come fanno quelli che frequentano le palestre ad avere un fisico così modellato e tonico?
Insomma, se la ginnastica per dimagrire non esiste in senso stretto, cosa fare per perdere peso con l’attività?
(SEGUE A PAGINA 2)

Chiudi il menu