Il trucco della patata per dimagrire in 4 giorni

Dcomedieta riporta questa notizia giusto per amore di cronaca, nonostante centinaia di persone si dicono entusiaste di questo metodo per dimagrire in 4 giorni di media, sconfiggere i problemi intestinali e di fame nervosa.

Sto parlando del trucco della patata, una dieta che secondo il suo autore, Tim Steele, può essere ripetuta anche due o tre volte al mese senza problemi per la salute.

Il trucco della patata è così semplice che lo stesso Steele, autore di un libro che si intitola “La furbata della patata” (traduzione mia, in inglese The Potato Hack) dice che non c’è neanche bisogno di comprare il suo testo per farla.

Il testo raccoglie tutta una serie di studi scientifici e ricerche che nascono dal 1849 e vanno avanti fino ai giorni nostri. In sostanza, il trucco della patata serve per dimagrire in 4 giorni di media, ridurre la fame nervosa, ridurre i problemi digestivi e combattere la dipendenza da cibo. Molte persone che soffrono di fame nervosa dicono che sono guarite proprio grazie a questo trucco. Alcune persone hanno perso dai 6 ai 7 chili di peso grazie al trucco della patata.
Ora finalmente vi spiego di che si tratta.

IL TRUCCO DELLA PATATA PER DIMAGRIRE IN 4 GIORNI

In sostanza, il trucco della patata prevede di mangiare solo patate per un periodo che va da 3 a 5 giorni consecutivi. In genere le persone hanno tutti scelto di mandare avanti l’esperimento per 4 giorni, ma hanno iniziato da 3. Il resto dei giorni della settimana si può mangiare quello che si vuole. Per usare il trucco della patata, occorre mangiare da uno a due e mezzo chili di patate al giorno senza mangiare niente altro. Oltre alle patate si può bere acqua, caffè senza zucchero né dolcificante, tè o tisane senza zucchero o dolcificante. Non si possono aggiungere olio o burro, ma solo: sale, pepe, aceto o succo di limone. Le patate possono essere bollite, arrostite, schiacciate in purea, ma senza buccia, a pasta gialla o bianca.

Vanno cucinate e poi raffreddate e poi riscaldate di nuovo: questo riduce il carico glicemico delle patate e converte il loro amido in amido resistente, parzialmente.

Sarebbe proprio l’amido resistente a fare miracoli a livello intestinale.
Le patate inoltre sono il cibo a più alto indice di sazietà: le calorie vanno da 770 per un chilo di patate a 1900 per due chili e mezzo, il massimo consentito. Una donna dovrebbe quindi stare su un  chilo e mezzo di patate o giù di lì, un uomo dai due ai due chili e mezzo.
Ovviamente si tratta di un regime drastico: sebbene il metodo funzioni, il rischio è quello di avere carenze nutrizionali.
Tuttavia vediamo gli studi a sostegno del trucco della patata e i casi celebri di persone che sono dimagrite efficacemente. (SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu