La cronodieta del dottor Delabos

Si chiama Chrono-nutrition, è un regime che si basa sulla cronodieta, ovvero su un’alimentazione che segue un timing preciso (quando mangiare e quanto mangiare), ed è stato messo a punto in Francia dal dottor Delabos, nutrizionista, già da qualche anno. Conosciutissima nel resto del mondo ma poco da noi, la cronodieta del dottor Delabos sarebbe stato il segreto dietro cui, secondo il celebre quotidiano The Sun, si celerebbe l’ultimo caso di dimagrimento shock: una ragazza macedone con i consigli della chrono-nutrition di Delabos avrebbe perso 60 chili, passando dai 110 ai 50 chili senza patire la fame, e soprattutto mangiando anche cioccolato e formaggio.


I primi mesi la ragazza si sarebbe assottigliata senza notare grossi cambiamenti sulla bilancia, ma successivamente anche il peso ha iniziato facilmente a calare. E in un anno ha perso 60 chili.
Ma se la cronodieta è sempre stata considerata poco attendibile (o comunque non l’unico parametro da tenere in considerazione quando si parla di dieta ipocalorica), come fa il sistema del dottor Delabos a funzionare e a permettere un dimagrimento così importante?

Ho fatto delle ricerche per capirci di più: il metodo della crononutrizione del dottor Delabos è stato da lui messo a punto già nel 1986, e si baserebbe sulla definizione dei morfotipi e sull’esistenza di un orologio biologico del corpo.
In sostanza, una volta individuato il proprio morfotipo, la cronodieta di Delabois consentirebbe di dimagrire mangiando i giusti cibi, nelle giuste quantità e al momento giusto.
I morfotipi, ovvero delle tipologie morfologiche a cui il nostro corpo corrisponde (pensate al fisico a mela o a pera: questi sono due morfotipi) nel caso di Delabos sono : il morfotipo a clessidra, quello piramidale (o a pera), quello monastico (o a mela), quello schwarzy (maschile, con spalle grandi), e quello a tronco d’albero (massiccio ma proporzionato). Anche la teoria dei morfotipi non ha trovato conferma di validità da un punto di vista scientifico.
Si fanno circa quattro pasti al giorno, di cui tre principali intervallati da 5 ore.
La mattina la colazione è prevalentemente composta da alimenti grassi, da alimenti proteici e da alimenti a basso indice glicemico (come il pane integrale: un esempio di colazione è pane, burro e formaggio o la colazione inglese a base di uova e bacon), il pranzo da proteine come la carne e il pesce in quantità più una piccola porzione di pasta o riso e una minima quota di verdure, e la cena è proteica e leggera con piatto di carni magre o ancora pesce e piccola porzione di verdure. Il pasto jolly è la merenda, che può essere con cioccolato fondente o un frutto.
In sostanza, si tratta di una dieta low carb, un po’ meno restrittiva della Dukan, ma in cui si mangia carne tutti i giorni e frutta e verdura sono molto limitate. Si dimagrisce? A parte il caso strabiliante della ragazza macedone, su internet molti utenti dicono di averla provata e di essere dimagriti senza aver ripreso peso.
Vediamo più specificamente in cosa consiste la dieta.
Anche qui come nel caso della Dukan esistono una fase di attacco e una di mantenimento.
(SEGUIMI  A PAGINA DUE)


Chiudi il menu