La dieta 80/20 (o strategia 80/20)

Gli ortodossi mi diranno: sì, va be’, ma questo significa NON mangiare salutare. Perché le merendine fanno male eccetera.
Certo. Ma se controllate tutto e poi un giorno a settimana svaccate completamente, o cedete spesso alle abbuffate, non è peggio?
Sì, è peggio.
Altra domandona che mi fanno: ma se io cucino un dolcetto in modo sano, posso considerare la fettina di torta nutrimento e non sgarro?
Ecco, questo ragionamento se anche plausibile è pericoloso. La risposta migliore da dare è: se non è necessario, è sgarro. Anche se lo cucini con la panna di soia o l’addensante magico o l’albume, ti stai facendo uno sfizio. Tu lo sai e io lo so.
Se pensi che non sia uno sgarro, sostituiscilo con della sola verdura. Se non ti va questa sostituzione ma vuoi il dolcetto o la pizzetta, significa che è sgarro, anche se usi farina integrale e pomodori bio.
Questa regola insomma ci insegna che a volte lasciarsi andare un pochino ogni giorno è meglio che lasciar perdere ogni freno o mandare all’aria i nostri sforzi di fare una dieta sana perché non ci riusciamo, non fa per noi, non siamo mentalmente pronti o chissà cos’altro.
C’è chi usa il pasto o giorno libero, chi la strategia 80/20.

Chiudi il menu