La dieta chetogenica mediterranea: perdi 2 kg a settimana

La dieta chetogenica mediterranea è una dieta notevolmente diversa dalla classica dieta chetogenica tradizionale.

Innanzitutto nella scelta dei cibi, che sono tipici della dieta mediterranea, compreso il tipo di grassi. In particolare, si riducono i cibi troppo carichi di colesterolo. Inoltre c’è una ciclicità dei carboidrati, che quindi sono previsti il sabato e la domenica.

DIETA CHETOGENICA MEDITERRANEA
COME FUNZIONA E QUANTO SI PERDE?

La fase d’urto della dieta chetogenica mediterranea va fatta per massimo 6 settimane.
Poi si deve passare per forza alla fase di mantenimento.
Nella fase di mantenimento il consumo minimo di carboidrati giornaliero rende questa dieta sicura per la salute.
Questo significa che la dieta chetogenica mediterranea è ideale per chi vuole perdere massimo 12 chili, non di più.
Eventualmente ogni sei mesi si può ripetere il piano d’urto.
Dunque, in teoria, una persona con 25 o 30 chili da perdere può usare questo regime per programmare la perdita di peso in un anno.

Infine, anche se la dieta chetogenica mediterranea è più sicura e sana di una tradizionale cheto e non è assolutamente iperproteica, è necessario come sempre parlare con un medico prima di intraprendere questo o qualsiasi regime dimagrante non personalizzato.

DIETA CHETOGENICA MEDITERRANEA: CARATTERISTICHE

La dieta chetogenica mediterranea come vi ho spiegato è diversa dalla dieta chetogenica, ed è più pesco-ovo-vegetariana.
Inoltre si concentra su un uso quasi esclusivo di acidi grassi monoinsaturi, da olio, olive, avocado, cioccolato fondente al 99%, mandorle con moderazione. I grassi polinsaturi derivano invece dal pesce. Vediamo gli alimenti permessi.

ALIMENTI PERMESSI PER 5 GIORNI DIETA CHETOGENICA MEDITERRANEA

Uova, pesce, pollo, vitello, tacchino, crostacei, molluschi, bresaola, prosciutto cotto, albumi, formaggi solo stagionati, tofu al naturale o tempeh al naturale. Olio di oliva, olive, avocado, mandorle (max 10 al giorno), succo di limone, semi di chia o di lino (massimo un cucchiaino  al giorno), cioccolato fondente o cacao (massimo 10 grammi al giorno), latte di mandorla senza zuccheri aggiunti, stevia per dolcificare, spezie ed erbe aromatiche, tutte le verdure verdi e gli ortaggi tranne carote, zucca, cavolfiore, porro, cipolle, pomodori, barbabietole.
(SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu