La dieta Dukan dei 7 giorni

Parlarvi male di una dieta è quasi del tutto inutile: posso minacciarvi via blog e farvi la ramanzina virtuale, ma se una mia amica l’altro giorno se n’è venuta con il nuovo libro della dieta Dukan, ovvero la dieta Dukan dei 7 giorni, esclamandomi “tiè” come un’adolescente ribelle, un motivo ci sarà. Anche se sbagliato, il metodo Dukan promette una rapida perdita di peso, e come dice l’inventore è un metodo pratico. E’ la chiave perché un metodo abbia successo, intendo dire la praticità.

Innanzitutto, questa è l’unica dieta Dukan che posso assolutamente consigliare: dura solo sette giorni ed è indicata a chi vuole perdere meno di 15 kg. Mi sembra una previsione azzardata, diciamo che in una settimana vi togliere dai tre ai cinque chili, ma lo schema della settimana si può ripetere senza danni nelle successive e senza le controindicazioni di una dieta Dukan normale, e a patto che poi il mantenimento sia lo stesso previsto dalla dieta Dukan. Il metodo della dieta Dukan dei sette giorni si basa sull’escalier, o la scala nutrizionale. I giorni della settimana sono come gradini di una scala, dal più piccolo al più grande: ogni giorno potete aggiungere una categoria di alimenti, perciò schematizzando si inizia con un giorno di proteine pure e di arriva al settimo giorno in cui c’è “il pasto della festa”. Insomma, è uno schema dietetico furbetto ma assolutamente non pericoloso rispetto alla Dukan: c’è una componente grassa, l’introduzione della frutta e del pane integrale, quindi il corpo non ha i segni da privazione di carboidrati e zuccheri. E lo schema come dicevo si può ripetere. Dato che lo devo restituire e tendo a dimenticarmi le copertine, questo è il libro

(continua a PAGINA 2).

  • 96
    Shares