La dieta può alleviare i sintomi mestruali?

Uno dei nutrizionisti che seguo con maggiore attenzione non scrive bestseller in cui spiega alle persone come dimagrire in poche settimane, bensì si occupa con la sua ricerca di aiutare le persone a ritrovare la salute, in prima battuta, e poi la linea grazie all’alimentazione. Lui si chiama Chris Sandel, ed è un nutrizionista australiano che vive da anni in Inghilterra. Secondo Chris, una dieta che mira al nostro benessere e a una migliore forma fisica è una dieta nutriente e sana, ma senza troppe fissazioni e soprattutto, un’alimentazione che spesso non coincide con le nostre pretese di dieta sana: innanzitutto perché Chris è contrario al concetto di dieta ipocalorica, e soprattutto restrittiva.

Il 95 per cento delle sue clienti si rivolge a lui perché soffre di sovrappeso e problemi ormonali, che secondo Chris vengono brillantemente superati grazie a un’alimentazione nutriente ed equilibrata, che rimetta in sesto il metabolismo. E infatti moltissimi dei sintomi che le persone lamentano di avere, dagli sbalzi di umore al senso di freddo fino ai vari acciacchi o alla pancia gonfia, sono tutti problemi di un metabolismo lento (e se non ci credete, leggete qui tutti i sintomi da metabolismo lento). Tra questi, alcuni sono da chi li soffre considerati normali, come per esempio i sintomi mestruali. Tra i sintomi mestruali che Chris lega al metabolismo lento ci sono, appunto: crampi, tendenza alle lacrime, irritabilità e pensieri irrazionali, sudorazione eccessiva o vampe, dolori, voglia di dolci, gonfiore e ritenzione idrica. Ma anche: irregolarità mestruali, ciclo intermittente o sovrabbondante, assenza di ciclo. La dieta può aiutarci a combattere i sintomi mestruali? E se avessimo un metabolismo lento, e questi sintomi non solo non fossero normali, ma potessero essere ridotti?

Se per esempio il dolore è insopportabile e invalidante, vi siete mai chiesti se i vostri sintomi mestruali fossero normali? Chris spiega che con le sue clienti, rivedendo l’alimentazione, i sintomi mestruali sono progressivamente migliorati nel giro di 4 o 5 mesi. Una ragazza sofferente di endometriosi e cisti ovariche ha visto scomparire ogni sintomo e malessere nel giro di 4 mesi di alimentazione equilibrata e completa. Ma cosa si intende esattamente per alimentazione equilibrata e completa?
1) un’alimentazione che provvede al nostro fabbisogno calorico giornaliero (per le donne, circa 2mila calorie)
2) un’alimentazione completa di tutti i macronutrienti, compresi i carboidrati
3) un’alimentazione completa anche di cibi che consideriamo off limits, per esempio il burro, ma che sono densi di nutrienti.

error: Content is protected !!