La dieta rapida low-carb del dottor Oz

Una dieta che si ispira ai principi della Paleo (no cereali e legumi), puntando su proteine di qualità e un regime a basso contenuto di carboidrati per perdere 2-3 in due settimane e una taglia in un mese.

E’ la nuova dieta del dottor Oz, che nel suo show americano ha ribattezzato con il nome di Total 10 Rapid Weight Loss Low-Carb diet: ovvero la dieta dimagrante a basso contenuto di carboidrati Total 10. I cibi da evitare sono alcol, zuccheri, formaggi (permesso qualche latticino), cereali e legumi.

In sintesi, si tratta di una dieta low carb rapida di quindici giorni che possiamo eventualmente fare per altre due settimane con un piccolo trucco. Durando poco, non comporta nessuna conseguenza nonostante l’aumento di proteine. Ma ha molti vantaggi se poi siamo bravi a reintegrare i carboidrati poco per volta. Oltre alla perdita di peso, avremo meno fame di dolci e in generale meno fame.

Ecco in cosa consiste la nuova dieta rapida low-carb del dottor Oz.

Total 10 Rapid Weight Loss plan: la dieta low-carb facile

Colazione: Una tazza di acqua calda con succo di mezzo limone.

Frullato proteico: frullare insieme un cucchiaino di burro di mandorle (lo trovate dal bio) o 10 mandorle intere con due cucchiai di proteine whey (proteine del siero di latte) al gusto che preferiamo o 150 gr di yogurt greco scremato, un cucchiaino di cacao amaro, un cucchiaino di semi di lino, mezza banana, 200 ml di latte scremato o vegetale light, qualche cubetto di ghiaccio.

In alternativa: una confezione di yogurt greco magro o skyr o quark magro da 150 gr con 150 gr di mela o pera a pezzetti, un cucchiaino di semi di lino e 10 mandorle, più un cubetto da 10 grammi di cioccolato fondente 85% e mezzo bicchiere di latte scremato o vegetale con caffè e stevia.

In alternativa: uno shake proteico con mezza banana e uno scoop di whey a scelta, più un uovo fritto in un cucchiaino di olio di cocco e un cucchiaio di semi di girasole tostati, una tazza di tè verde.

Pranzo: un piatto di minestrone di sole verdure verdi (broccoli, rucola, verze, cicorie, bietole, cipollotti, spinaci), senza patate o legumi, più due uova o un etto e mezzo di petto di tacchino tipo Aia o Rovagnati light o una scatola di tonno al naturale o 100 gr di tofu a cubetti. Una tisana digestiva senza zucchero.

Cena: 150 grammi di pesce tra merluzzo, nasello, spigola, platessa o calamari, polpo, cozze, gamberi, oppure un etto di bistecca di vitello ai ferri o un etto e mezzo di petto pollo o una scatola grande di tonno o sgombro al naturale o 100 gr di bresaola o 150 gr di fiocchi di latte. Più
– una coppa di insalata mista condita con limone e un cucchiaio di olio o un piatto di ortaggi grigliati o crudi e conditi con un cucchiaino di olio, sale, pepe, un cucchiaino di semi di lino o girasole. Una tisana digestiva senza zucchero.

Spuntini: è possibile fare due spuntini. Uno: 100 gr di mela a fette con un cucchiaino di burro di mandorle o 10 mandorle o 15 pistacchi. Al posto della mela sono ok: pera, arancia, mandarini e kiwi. Due: 8 gherigli di noce o in alternativa un quarto di avocado (70 gr).

Dopo due settimane di questa dieta, facciamo un giorno di ritorno ai carboidrati ma con pochi grassi. Reintroduciamo quindi cereali e legumi per un giorno.

Colazione con un frutto, una fetta di pane tostato con un cucchiaino di marmellata, un bicchiere di latte scremato, caffè o tè.
Due spuntini di frutta (un frutto a scelta).
Pranzo con 80 gr di pasta al dente o riso basmati con sugo semplice o verdure in quantità e un cucchiaino di olio per condire il tutto e un cucchiaio raso di legumi cotti.
Cena con 100 gr di carne o pesce o due uova e 50 gr di pane tostato o 170 gr di patate arrosto, più verdura in quantità con succo di limone ma senza olio.

Dopo questo giorno di carboidrati, possiamo riprendere la dieta low carb facile del dottor Oz per altre due settimane.

Il mese successivo limitiamoci ad assumere una porzione di frutta in più ed eliminiamo i semi oleosi (mandorle, semi di lino, semi di girasole) più 50 gr di pane a pranzo o cena, lasciandoci un giorno a settimana per mangiare liberamente.
Dal secondo mese aggiungiamo una porzione moderata di pasta o riso a pranzo.

  • 20
    Shares