La dieta sana del dottor Lipman

Il dottor Frank Lipman, creatore del metodo Be Well, un programma che insegna i principi di una dieta sana e di una vita sana con la riduzione dello stress e l’aumento esponenziale del benessere, non ha dubbi: per ottenere il giusto peso forma e una salute di ferro non basta o non serve contare le calorie e fare diete restrittive, ma imparare a mangiare e a vivere meglio. Forte dei suoi 35 anni di esperienza sul campo come medico e fisico, Lipman ha unito ai suoi studi di medicina e alla sua pratica ospedaliera la passione per la medicina olistica, la naturopatia, l’agopuntura, la nutrizione e la medicina funzionale. Ha raccolto poi tutte le sue ricerche e la sua esperienza in un libro, “How to be well” ovvero “Come stare bene”, in cui in sostanza spiega che un corpo in forma è un corpo sano, in cui ogni squilibrio viene superato grazie a un’alimentazione e una vita migliori.
La dieta sana del dottor Lipman è una dieta il più possibile naturale. Ecco su quali alimenti si basa, e che integrazione risulta secondo lui necessaria per una salute ottimale.

IL MENU DELLA DIETA SANA DEL DR LIPMAN
Frutta e verdura, i cibi sì:
frutta e verdura di stagione, non conservata né lavorata in nessun modo
Carne, pesce e uova: niente che provenga da allevamento intensivo. Carne e uova da allevamento locale, carne da allevamento semi brado, al pascolo, biologica, uova da allevamento a terra biologico, pescato locale e mai conservato, con predilezione per pesci di taglia piccola o a ridotto contenuto di mercurio (limitare tonno e pesce spada a un consumo occasionale). Nessun alimento in scatola.
Latticini, latte vegetale e formaggio: sono ok i latticini e i formaggi di capra o pecora il più possibile da allevamento non intensivo, di fattoria; il latte vegetale di mandorla, cocco e canapa; il latte crudo e i formaggi da latte crudo. Pochissimo yogurt e burro. Niente di confezionato o pastorizzato mai.
Legumi: sono tutti ok a parte la soia e i prodotti della soia non fermentata. Quindi sì solo a tempeh e natto.
Cereali: prediligere i falsi cereali, naturalmente senza glutine (quinoa, amaranto, teff, grano saraceno), opportunamente messi a bagno prima del consumo, riso integrale, avena decontaminata dal glutine.
Noci e semi: mai salati né tostati se non in casa. Da evitare le arachidi.
Zuccheri e dolcificanti: sì a xylitolo di betulla, melassa, stevia, zucchero di palma da cocco. Il miele è da assumere in minime quantità.
Bevande: solo tè e acqua o tisane naturali, niente caffè, caffè decaffeinato, succhi di frutta, alcol
Cioccolato: con moderazione, solo extra fondente, o fave di cacao o cacao amaro
Olii: di cocco, di oliva, di sesamo, noci e semi di lino.
A questa lista si aggiungono le raccomandazioni di individuare i cibi che ci causano gonfiore, sonnolenza, e limitarli a un consumo di una-due volte a settimana. E di variare moltissimo i vegetali, per colore.

L’INTEGRAZIONE NELLA DIETA SANA
In accordo con il proprio medico curante, e scegliendo integratori naturali al 100%, il dottor Lipman consiglia di integrare la propria alimentazione con un integratore completo di vitamine del gruppo B, olio di pesce in capsule o liquido, vitamina D, e probiotici da alimenti fermentati (miso, natto, kombuchka, kefir, verdure fermentate).