La dieta Sena, la dieta dell’inventore della Spartan Race

Joe De Sena, l’imprenditore che è dietro la Reebok Spartan Race, ha di recente pubblicato un libro in cui spiega come migliorare il proprio stile di vita per avere una vita da spartano, ovvero da guerriero.
La missione di Joe De Sena è ambiziosa: vuole portare 100 milioni di persone ad abbandonare le cattive abitudini alimentari e lo stile di vita sedentario per diventare delle versioni migliori di loro stesse.

E’ quanto spiega nel suo libro “The Spartan Way” dove illustra anche i principi della sua dieta.
Di recente Sena è stato invitato dal dottor Oz, nell’ambito del progetto Usana, dove ha parlato dell’importanza di uno stile di vita sano e di poche regole da seguire per rivoluzionare la propria vita partendo da zero. Vediamole insieme.

LA DIETA SENA, LA DIETA DELL’INVENTORE DELLA SPARTAN RACE

La dieta di Joe De Sena è una dieta al cento per cento naturale.
Joe è vegano da qualche anno, e ha dimostrato come un’alimentazione vegana si concilia perfettamente con una vita da atleta. Ma non spinge tutti a un’alimentazione vegana. Il suo motto è quello di fare una dieta al cento per cento naturale.

  1. CIBI SÌ DELLA DIETA SENA.
    Frutta, verdura, miele, noci, semi oleosi, cereali solo germogliati (come il bulgur o la quinoa,  che si germoglia facilmente se la lasciate poche ore a mollo), legumi e poco olio vegetale. A questa base vegana si possono aggiungere uova, poca carne o pesce o del latte magro o dello yogurt magro, purché a km 0. Dunque il primo passo verso uno stile di vita nuovo inizia da questi cibi sì, convertendosi a una dieta completamente lontana da ogni forma di cibo industriale.
  2. COSA BERE.
    Joe De Sena è categorico su questo punto. Occorre bere solo acqua. Niente succhi, frullati, bevande a zero calorie. Solo acqua (e ovviamente tè e tisane).
  3. FAI IL DIGIUNO INTERMITTENTE.
    Nella dieta Sena non si contano le calorie, ma ci si focalizza sui cibi naturali e sul movimento. Tuttavia Joe raccomanda di mangiare entro una finestra temporale di otto ore, e di evitare di mangiare per sedici ore di fila.
  4. NON CONTARE LE CALORIE, MANGIA SEMPLICEMENTE.
    Sei tra quelli che a colazione mangiano pancake, a pranzo un sandwich e a cena una fetta di pizza? E’ come se mangiassi una torta a ogni pasto, spiega Joe, che invece di contare le calorie ti invita a mangiare cibo integro, intero, e il più semplice possibile. Se tu mangiassi una grossa carota al posto di un tramezzino sentiresti facilmente il senso di sazietà.
    Per questo meglio un’insalata di una zuppa, e una mela di un frullato. Il cibo intero e naturale ti permette di saziarti, nutrirti e non badare alle calorie.
  5. MUOVITI.
    Ovviamente la dieta Sena è 80% alimentazione e 20% attività fisica, ma non potete aspettarvi che l’uomo dietro la Spartan Race vi dica di non fare nulla a parte rivoluzionare la vostra tavola. Infatti Joe raccomanda di alzarsi presto e ritagliare ogni tempo morto a un po’ di attività.
    La pigrizia, spiega, è una scusa.
    Se hai dieci minuti liberi puoi fare tantissimi esercizi in poco tempo o una corsetta sul posto.
    Dieci minuti qui, cinque minuti lì, o ritagliandosi dello spazio prima di andare al lavoro, e ogni giorno chiunque può allenarsi se solo lo vuole. Se dice di non avere tempo, si sta solo giustificando. Chiunque ha tempo per fare le scale a piedi con le borse della spesa.
    E soprattutto è importante fare stretching: stiracchiarsi anche solo un minuto, ma di frequente, aiuta molto la salute. Per gli atleti la mobilità è poi fondamentale.
Chiudi il menu