La Full Break Diet

La Full Break Diet è una tecnica messa a punto dal celebre Lyle McDonald, medico chinesiologo inventore della Body Recomposition, per continuare a dimagrire superando i problemi di metabolismo basso e stallo del peso che insorgono dopo un periodo prolungato di dieta.
Se state a dieta da molto tempo, e ahivoi avete iniziato da subito tagliando le calorie in modo troppo aggressivo, con ogni probabilità dopo essere dimagriti all’inizio avete sperimentato il temutissimo effetto plateau: la bilancia non scende nonostante voi siate ben al di sotto di quanto dovreste mangiare in teoria, anche di mille calorie rispetto al vostro fabbisogno energetico. E vi state chiedendo come sia possibile: non si era detto che se introduciamo meno calorie di quante ne consumiamo dimagriamo sempre e comunque? 
Ebbene, no. Il corpo oppone una fisiologica resistenza al dimagrimento, dopo una fase iniziale, il cui tempo è soggettivo e dipende anche dal fatto che sia o no la prima volta che provate a dimagrire, e attraverso il metabolismo si adatta al regime dimagrante. Per cui no, anche se mangiate di meno, il corpo si farà bastare meno calorie. Logicamente farà meno cose. Una delle cose che farà di meno è la termogenesi, tra cui quella non indotta da dieta ed esercizio, o termogenesi spontanea o Neat: il decremento della termogenesi, ovvero il bruciare calorie muovendosi di più p per variazioni climatiche, è per esempio tipico di un metabolismo abbassato per colpa della restrizione calorica prolungata. Ed è anche il motivo per cui quando la restrizione finisce, il corpo tende ad accumulare grasso. E’ probabile che in questo meccanismo giochi un ruolo chiave la conversione degli adipociti bruni in beige e successivamente in bianchi, fatto sta che non sono non stiamo dimagrendo più con la dieta dimagrante, ma se la abbandoniamo del tutto, guadagniamo peso con gli interessi, e in particolare aumentano le nostre scorte di grasso.
Lo so, uno scenario da incubo. (segue a pagina due)

error: Content is protected !!