La nuova dieta del digiuno intermittente: Every Other Day Diet

dieta del digiuno intermittentIncredibile come escono nuovi libri ma con vecchie teorie. Abbiamo già parlato della dieta del digiuno intermittente o dieta fast o dieta 5:2: si trattava di scegliere due giorni a settimana in cui mangiare solo 500 calorie per le donne e 650 per gli uomini, mangiando normalmente gli altri giorni.
In realtà, il digiuno intermittente nella dieta non era affatto nuovo: alternare il digiuno (che può essere di vari tipi) alla normale alimentazione ha infatti parecchi vantaggi. Il metabolismo accelera, perché nei giorni di digiuno brucia quanto nei giorni normali; è vero che nei giorni normali si tende a mangiare di più, ma è anche vero che dopo aver sperimentato il digiuno ci si sazia più facilmente. Inoltre sembra che la fase di digiuno porti indubbi miglioramenti sulla nostra salute e contrasti l’invecchiamento cellulare.

E dicevamo, il digiuno: io sono contraria al digiuno di 24 ore, e infatti la dieta del digiuno intermittente prevedeva solo due giorni a settimana a 500 calorie, senza un digiuno completo.

Tuttavia, l’efficacia di questa dieta, pure semplice da seguire, era comunque limitata, perché in due giorni non si riesce a tagliare calorie tali e a bruciare tanto da pensare di perdere più di mezzo chilo a settimana.
Con la nuova dieta del digiuno intermittente della dottoressa Varady, la perdita di peso è maggiore.
Si tratta della EOD Diet, dove l’acronimo sta per Every Other Day diet. Si fa un giorno a 500 calorie e un giorno si mangia tutto ciò che vuole. I due giorni si alternano, per cui in una settimana possono essercene tre oppure quattro. A differenza della dieta 5:2, l’alternanza qui è obbligatoria. Io la trovo stressante, ma la perdita di peso è assicurata e la dieta funziona meglio di una normale ipocalorica da mille calorie al giorno.
In più, il regime intermittente fa sì che il metabolismo non possa regolarizzarsi sulla restrizione calorica, non essendo continuativa. Varady afferma che si inizia a perdere peso dopo una settimana, il tempo che il metabolismo inizi a bruciare di più. Tuttavia, anche questo regime non è nuovo: qualche anno fa uscì infatti The Alternate Day diet, un libro che dice esattamente la stessa cosa. Stai a dieta un giorno sì e uno no. In quelli sì, mangi la metà.

Chiudi il menu