Il dottor Oz ti fa dimagrire con le proteine

pancakesproteiciNella scorsa puntata americana del Dottor Oz show, uno dei temi trattati è stato (ovviamente) la dieta: il celebre e discusso medico e showman ha infatti parlato di come e quante proteine mangiare durante il giorno per poter perdere peso, rispolverando l’idea che una dieta a basso contenuto di carboidrati (ovvero: poco pane integrale, zero pasta, ma molta frutta e verdura per sopperire alla mancanza di glucidi, oltre a legumi e noci) e con un buon consumo di proteine da carni bianche e pesce (le cosiddette “lean proteins”), favorirebbe più facilmente la perdita di peso.
Secondo il dottor Oz, che ha poi esposto i casi di tre donne che hanno perso peso aumentando il consumo di proteine e diminuendo il consumo di carboidrati e dimagrendo così anche venti o trenta chili, le proteine sono un fattore essenziale per il dimagrimento. Ha chiamato questo piano dietetico che sfrutta le proteine “The power protein plan”. Vediamo in cosa consiste:
– Si tratta di un piano alimentare in cui occorre tagliare via ogni fonte di zucchero: no ai dolci. No anche alla farine raffinate.
– La colazione deve essere bilanciata e con un buon profilo proteico: questo ridurrebbe del 26% il contenuto calorico del pranzo. Come integrare le proteine a colazione? Ad esempio facendo dei pancakes con la farina di soia e le uova, a cui poi si possono aggiungere dei pezzettini di frutta. Oppure, della ricotta magra e dello yogurt magro con frutta, un uovo alla coque, una fetta di pane integrale tostato. L’ideale sarebbe assumere almeno 25/30 grammi di proteine a colazione per favorire il dimagrimento.
Durante il resto del giorno? Carni bianche e pesce con verdura, a cui possiamo aggiungere germogli, ceci o fagioli, frutta secca e semi oleosi, tantissima frutta da riservare agli spuntini, riso integrale o cereali in porzioni ridotte (tipo due cucchiai).
Ecco un esempio che vi faccio dal piano dietetico secondo i consigli del dottor Oz:
– Colazione: caffè più latte di soia o vaccino; tre pancakes preparati con uova e farina di soia al posto di quella normale, con aggiunta di mirtilli o pezzetti di mela.
Oppure: due/tre fette di pane azzimo integrale con centocinquanta grammi di ricotta o formaggio spalmabile alla soia e un velo di marmellata senza zucchero, caffellatte di soia o avena o farro senza zucchero con 200 gr di latte vegetale, mezza banana.
Spuntini: frutta, per lo più acida e non zuccherina.
Pranzo e cena: insalata verde mista o altro piatto di verdure crude miste, arricchita con semi di girasole o altri semi, uno o due cucchiai di ceci lessi o lenticchie o fagioli di spagna, 150 grammi di pollo o pesce alla griglia o al vapore oppure due uova o 150 grammi di formaggio di soia, un cucchiaio di olio evo per condire (in totale), uno o due cucchiai di riso integrale già lessato o altro cereale integrale con pezzettini di verdura cotta.
Questo piano può essere fatto anche per due settimane senza alcun problema, mentre successivamente è meglio sempre tenere a mente che potenziare con una risorsa proteica ogni pasto riduce il carico glicemico dei carboidrati. Occorre farlo già a partire dalla colazione. Inoltre aumenta il senso di sazietà!

  • 110
    Shares