L’alimentazione naturale estiva per dimagrire

L’estate è un periodo magico per provare a perdere peso: non soltanto l’aria aperta e il clima ci aiutano a mangiare di meno, facendoci prediligere cibi più freschi e stagionali, ma è più facile godere dei raggi del sole che stimolano la nostra produzione di vitamina D e al tempo stesso è più facile ridurre naturalmente lo stress e aggiustare l’umore. D’estate, insomma, si è più attivi, si mangia più frutta e verdura e si hanno meno attacchi di fame.
Tutto questo ovviamente contribuisce alla perdita di peso. E con questo regime di alimentazione naturale, favorire il dimagrimento già facilitato dalla bella stagione sarà un gioco da ragazzi, senza ripercussioni sulla salute, senza tagli drastici di calorie, con la possibilità di fare un pasto libero a settimana e con la possibilità di personalizzare la dieta.


In particolare, questo regime si ispira ai tre trend dietetici che secondo il Telegraph caratterizzeranno questa estate: una dieta eat clean, una dieta vegana e una dieta ricca di cibi che contengono sirtuine o sirtfood diet.
Le regole sono molto semplici.
C’è uno schema da seguire, personalizzabile, e bisogna evitare una serie di alimenti dal lunedì al sabato. La domenica prevede un pasto libero a pranzo o cena. Lo schema prevede giornate ad alto contenuto di carboidrati (e vegan) alternate a giornate più proteiche e nutrienti secondo il regime eat clean.
Il tutto in un’ottica di alimentazione naturale.
Infine, spuntini ricchi di cibi in sirtuine renderanno più facile il dimagrimento.

ALIMENTAZIONE NATURALE ED ESTIVA PER DIMAGRIRE
Alimenti no:
alcol in generale, salse, prodotti da forno a parte quelli citati, succhi di frutta, conserve, insaccati, snack, zucchero, oli vegetali a parte quelli consentiti, preparati industriali di ogni tipo, compreso tofu industriale e seitan. 
Alimenti sì:
frutta, verdura, noci, semi oleosi, cereali e pseudocereali integrali, legumi, carne (non lavorata industrialmente e preferibilmente da allevamento non intensivo), pesce, molluschi e crostacei (meglio il pescato locale), uova biologiche, formaggi e latticini biologici, yogurt solo naturale e latte di kefir, farina di cocco, latte vaccino bio, latte di capra bio, latte vegetale bio, patate e altri tuberi, vino rosso e birra con moderazione, tè, caffè, olio di oliva, olio di semi di lino, olio di cocco, burro, cioccolato, cacao, miele, malto, prodotti da forno ottenuti da farine integrali e con lievitazione esclusivamente naturale, erbe e spezie.
(SEGUE A PAGINA DUE)