Le proprietà dello zinco, antiossidante e protettivo

Cosa hanno in comune il cioccolato fondente, il vino rosso, il caffè e il tè? Sono cibi di cui sentiamo spesso una certa voglia, e sono protettivi per la nostra salute anche per il loro contenuto di zinco.
Ma che cos’è lo zinco? Scopriamolo insieme.

Lo zinco è un minerale essenziale, uno di quelli che nel nostro corpo è presente in tracce, e che assieme al ferro è il minerale più importante per il nostro organismo, in quanto partecipa alla creazione di alcune metallo-proteine a funzione enzimatica, per esempio l’anidrasi carbonica.

PROPRIETÀ DELLO ZINCO

La sua importanza nella nostra salute è tale che lo zinco è l’elemento che rende possibile la superossido dismutasi, uno dei processi con cui il corpo si difende dai radicali liberi. Inoltre è un minerale essenziale per la trascrizione genica.
Dunque lo zinco ha una funzione antiossidante e strutturale, ma non solo. Ecco le altre proprietà dello zinco.

  1. E’ un elemento fondamentale in fase di crescita, protegge la memoria, riduce i danni del tempo, è essenziale per la vista, per la salute della pelle, delle unghie e dei capelli.
  2. Una tendenza alle smagliature, alle rughe, alle unghie fragili e macchiate può essere dovuta alla carenza di zinco.
  3. Una carenza di zinco può portare anche a un eccesso di rame, di cui è antagonista, e può portare a una carenza proteica, che riduce quindi la massa magra. E’ anche un antagonista del selenio. Dunque è sempre meglio evitare gli integratori sintetici di zinco e assumerlo attraverso gli alimenti, proprio per ridurre un’azione di malassorbimento a danno del selenio e del rame.
  4. E’ un minerale essenziale per la salute sessuale e ormonale maschile, perché aiuta la produzione di testosterone, ma in generale è molto importante per l’equilibrio ormonale sia nell’uomo che nella donna.
  5. La sua influenza sull’ormone della crescita fa sì che sia un minerale chiave per la riduzione del grasso corporeo e il mantenimento e la crescita della massa muscolare. Sia un suo eccesso che un suo difetto sono legati allo sviluppo di alcuni tumori: per questo l’alimentazione svolge un ruolo chiave.
  6. Influisce anche sull’insulina: nelle persone insulino-resistenti, apportare più zinco tramite l’alimentazione è un modo naturale per aumentare la sensibilità all’ormone insulina.
  7. Grazie alla sua azione antiossidante, sembra essere protettivo contro i malanni di stagione.

Ora che abbiamo scoperto le proprietà dello zinco, vediamo in quali alimenti possiamo trovarlo.
Dovete sapere che una carenza di zinco è abbastanza diffusa. 
Tra i cibi più ricchi di zinco troviamo infatti le ostriche, che sono proprio il cibo che ne contiene di più in natura.
Altre fonti naturali di zinco sono il fegato di vitello, il sesamo, il germe di grano, la carne, i fagioli, il lievito, i semi di zucca, il cacao amaro, i pinoli, le erbe disidratate come il timo. I fitati dei vegetali ne contrastano tuttavia l’assorbimento. Sempre meglio variare con fonti animali per evitare la carenza: da molluschi, pesce, carne, uova.

  • 3
    Shares