Mi piace mangiare, come posso dimagrire?

Mi piace mangiare, come posso dimagrire? Una delle domande che mi fanno più di frequente, forse perché in molti pensano che chi sta a dieta o chi riesce a mangiare sano, in realtà non ama il cibo e quindi riesce a contenersi. 
Niente di più sbagliato: innanzitutto occorre pensare che ci si educa al cibo sano, e se il corpo è in equilibrio, la preferenza verso cibi più sani è maggiore, mentre è minore la tendenza a desiderare fortemente i cibi industriali o più poveri di nutrienti.
Chi fa una dieta bilanciata e completa, difficilmente avrà voglia di rimpinzarsi di biscotti davanti alla tv. Ne mangerà uno, per sfizio. Ma quando segui una dieta sana e nutriente, lo scaffale delle merendine al supermercato ti attira poco.
Il problema di quelli che dicono “mi piace mangiare” è uno solo: ovvero che amano mangiare quello che vogliono loro!
E se a tutto questo ci fosse un rimedio? Se potessi mangiare ogni giorno una cosa che ti piace ma dimagrire?
Scopriamo insieme la Carbs Addict’s Diet, un regime pensato per chi ama mangiare i carboidrati ma vuole anche perdere peso, ideato negli anni Novanta dai medici Heller.

CARBS ADDICT’S DIET PER DIMAGRIRE SENZA RINUNCE
Che cos’è: si tratta di un regime dietetico molto semplice da seguire, che propone tre pasti principali.
Due pasti a scelta sono proteici e ipocalorici, mentre nel terzo pasto si può mangiare entro una sola ora quello che si vuole, purché sia nutrizionalmente sano (per esempio un piatto di pasta con legumi e verdure o pasta con verdure e formaggio, o una pizza margherita piccola o una minestra seguita da un dolce che ci piace, preferibilmente fatto in casa o a colazione un dolce fatto in casa).
I pasti proteici sono chiamati “Complimentary Meals” (diciamo Pasti Concessi), mentre il pasto libero è chiamato Reward Meal (pasto Premio). Quando fare i pasti concessi e quello libero lo decidiamo noi. Per esempio il pasto libero può essere a colazione e i pasti concessi a pranzo e cena, o il pasto libero può essere a pranzo, eccetera.
I pasti concessi devono seguire queste regole: 
– un piatto proteico: dagli 85 ai 115 grammi di carne o pesce o pollame oppure 2 uova (3-4 volte a settimana) o 50-60 grammi di formaggio stagionato o uno shake proteico low carb. Per i vegani: tempeh, tofu e seitan devono seguire il peso di carne e pesce.
– due porzioni di verdura a piacere o una porzione di insalata e una di verdura cotta in quantità libera.
Succo di limone, aceto di mele e al limite un cucchiaino di olio sono concessi, come spezie ed erbe aromatiche.
Le verdure possono essere in foglia (bietole, insalate, spinaci) o broccoli o ortaggi come zucchine, melanzane, peperoni. No a carote, patate e barbabietole.
Il pasto premio deve seguire queste regole:
– se è a pranzo o a cena, va preceduto da una piccola porzione di insalata. Se è a colazione, da un frutto acidulo e una tisana con limone senza zucchero.
deve essere bilanciato, ovvero contenere un terzo di proteine, un terzo di carboidrati e un terzo di grassi. Per esempio: un piatto di sole patate fritte non è bilanciato. Un piatto con un terzo di patate fritte, un hamburger senza pane e delle verdure (preceduto dall’insalata) è bilanciato. Se vogliamo un dolce, per esempio un gelato, dobbiamo accostare un alimento proteico e uno di verdure, mentre quel dolce sarà la nostra quota di carboidrati.
– si può bere un bicchiere di vino o una birra piccola (se è a pranzo o a cena)
– dev’essere consumato entro un’ora (cioè non deve durare più di un’ora)
– la quantità è a discrezione ma non bisogna comunque mangiare fino a scoppiare.
Non sono previsti snack, ma chi vuole può fare degli spuntini a base di cetrioli, finocchi crudi, sedano crudo, e tisane senza zucchero sono concesse.
Questo regime è perfetto per chi mangia spesso fuori, per chi vuole concedersi uno sfizio e soprattutto per le persone a cui piace mangiare e non si vogliono privare di alcuni alimenti.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!