Miele di Manuka, il miele curativo

Il miele di Manuka è un miele che costa molto di più di quelli tradizionali, ma a differenza degli altri tipi di miele, che comunque sono un ottimo alimento di origine naturale, il miele di Manuka è un miele curativo.
In questo articolo vi spiegherò con esattezza tutti i suoi benefici, e per chi è particolarmente indicato.
Fate attenzione a un particolare: non è un miele con cui cucinare o zuccherare i cibi, è un miele che invece possiamo usare nelle dosi di uno o due cucchiaini al giorno come integratore naturale.

Innanzitutto, cos’è il miele di Manuka?

MIELE DI MANUKA

Il miele di Manuka è originario della Nuova Zelanda. Si produce dalle api che consumano il polline dei fiori di Manuka, una pianta il cui nome botanico è Leptospermum scoparium. Questo miele non si produce tutto l’anno ma solo in alcuni mesi, ovvero i mesi che coincidono con la fioritura della pianta.
Perché il Miele di Manuka apporti i suoi benefici, non deve essere mischiato ad altri tipi di miele se non in percentuale minima. Quindi se trovate sull’etichetta “Manuka Blend” sappiate che in questo caso si parla di miele misto, di Manuka con altro miele. E ovviamente non è funzionale come il miele di Manuka.

MIELE DI MANUKA: COME DISTINGUERLO

I benefici del miele di Manuka sono stati oggetto di numerosi studi.
Questo miele infatti contiene un composto noto come MGO (Metilgliossale) che ha eccezionali proprietà antibatteriche. Dunque il miele di Manuka da acquistare deve avere due diciture importantissime.

  • Essere 100% di origine neozelandese.
  • Contenere Metilgliossale.
    La percentuale di Metilgliossale va da 100 a 150 per le tipologie più economiche (fascia di prezzo 25-30 euro per 250 grammi circa) ai 1000+ MGO per quelle più costose (parliamo dai 200 ai 400 euro di prezzo per 500 grammi). In alcune varietà ci può essere l’aggiunta di spezie come lo zenzero o di alghe come la Klamath o viene potenziato con il polline o la pappa reale o ancora con estratti di frutti rossi come il mirtillo nero o rosso.

MIELE DI MANUKA: I BENEFICI

  • Attività antitumorale: in particolare per i tumori del colonretto e intestinali in generale.
  • Attività antibatterica della mucosa orale e gastrica.
  • Promuove la longevità.
  • Azione antimicrobica. Il miele di Manuka è indicato come cura naturale contro batteri come il Clostridium difficile, l’H. Pylori e l’Escherichia Coli ma anche contro la Listeria, la Salmonella, lo Staffilococco Aureo anche dove questi batteri sono resistenti alla terapia antibiotica.
  • Riequilibra la flora batterica intestinale. Ideale per chi soffre di problemi come disbiosi intestinale, pancia gonfia e meteorismo, ulcera, coliti frequenti, problemi di regolarità come coliche o stipsi. E’ anche indicato in quelle persone che usano farmaci, in quanto protettivo della mucosa gastrica, in chi usa antibiotici, in chi ha problemi di peso legati a disfunzionalità intestinali ed endocrine.
  • Aiuta a combattere i malanni di stagione.
  • A livello topico, è curativo contro ferite, ustioni, e in maschere per la cura della pelle.

MIELE DI MANUKA: COME ASSUMERLO

Si assume al mattino o alla sera o in entrambi i casi, da solo nelle dosi di un cucchiaino, o disciolto in acqua tiepida (non bollente) e limone. Ovviamente si può anche usare per dolcificare (è miele!) ma vi consiglio di spendere un po’ di più e usarlo come integratore naturale, magari dolcificando i piatti con altri tipi di miele o zucchero grezzo o di palma da cocco.

Ecco le mie scelte per fascia di prezzo. 
Potete trovarlo su Amazon a questi indirizzi o ordinarlo nei negozi biologici.
Fate caso alle etichette, in particolare per il quantitativo di metilgliossale.
Nota bene.
Nell’etichetta sono spesso riportati altri due parametri: uno è un parametro che va a indicare il principio attivo, l’altro è una certificazione MFU. Per semplificare, vi ho riportato solo la MGO. La certificazione MFU è comunque sinonimo di qualità e originalità del prodotto.
Nota bene due.
Il miele di Manuka si conserva a temperatura ambiente, anche dopo l’apertura. Non lo ritengo affatto adatto per i bambini molto piccoli (meno di 1 anno di età) perché è grezzo e trattato a crudo.
Non va cotto.
Nota bene tre.
Spesso il barattolo che lo contiene non è in vetro, ma in plastica BPA free. Fate tuttavia attenzione se lo acquistate nei negozi. Deve essere riportato che sia BPA free.

  1. Miele di manuka MGO 400+ 500 g
  2. Happy Valley UMF 18+ (MGO 696+), Miele Manuka 250g
  3. Manuka Health – MGO 400+ Manuka Honey – 250g
  4. Steens Miele Di Manuka UMF 24 (MGO 1122) Integrale Crudo e Non Pastorizzato Nuova Zelanda Miele 250 Gram – Con Enzimi Naturali E La Beebread.
Chiudi il menu