Non prendere peso sgarrando, ecco come

Mi dispiace, ma stavolta non vi racconto come sgarrare allegramente e perdere peso comunque: pur ammettendo qualche sgarro ogni tanto, se vogliamo perdere peso è il caso di evitare le tentazioni continue, e su questo conosco tantissime persone che sbagliano. Per esempio: se cucini pizze e torte o dolcetti in casa per tuo marito o i tuoi bambini, dovresti essere una superdonna per non lasciarti tentare da un pezzetto, un morso di un biscotto, un pasticcino. Ognuno di noi (immagino) cerca solo una cosa e la cerca anche nel rapporto con il cibo: essere felice. Se i chili di troppo ti fanno vergognare e stare male, il sospiroso pasticcino può attendere. O non diventare una stressantissima tentazione quotidiana. E poiché siamo umani e non invincibili, cerchiamo di stabilire poche sane regole per limitare il nostro sfizio a un pasto alla settimana se vogliamo perdere peso. Ecco come evitare di cadere in tentazione troppe volte in più:
– ripulisci la cucina dalle schifezze: capisco che sei massaia, ma puoi anche cucinare una torta con farina integrale e pochissimo zucchero, anziché i dolci cremosi e zuccherosi di Nigella! Farai del bene a te e alla tua famiglia. La tua cucina non deve avere dispense piene di leccornie. Altrimenti un solo boccone al giorno, una patatina o un biscotto ti vanificheranno la dieta.
– in borsa o in ufficio o in macchina tieni le scorte: una confezione di pistacchi o mandorle sgusciate, una barretta di frutta cento per cento frutta come questa, una mela. Tieni del cibo salutare a portata di mano quando sei fuori casa.
-sì al pasto free: concediti un pasto premio ogni settimana: l’hamburger, il piatto di trenette con il pesto, il dolce con il caffè. Cerca di non sgarrare i giorni prima e fai un allenamento il giorno dopo.
– rilassati: hai mai fatto caso che davanti alle cose buone e soprattutto alle porcherie perdiamo la testa? E abbiamo soprattutto fretta di mettere qualcosa in bocca, di divorarle. Puoi combattere questa cosa guardando per dieci secondi in più il piatto che hai davanti e dicendoti “calma, è solo cibo”.
– mangia il più possibile a casa e preparati i pasti a casa per il lavoro: anche al ristorante possiamo mangiare salutare, ma in generale i piatti del ristorante sono più conditi e più grassi di come li faresti tu. Mangia a casa e bevi un bicchiere di vino fuori. Lo stesso per il lavoro. Evita di fare pausa pranzo alla tavola calda. Portati da mangiare da casa (risparmi pure).
– salta l’apericena: non so voi, ma io quando c’è l’apericena mi abbuffo. Nessun problema se non devo perdere peso, però ho notato che non mi abbuffo soltanto io. Quel buffet spesso ricco e molto unto fa danni. A quel punto meglio il ristorante.

  • 46
    Shares
Dieci modi per sconfiggere la dipendenza da cibo Diciamoci la verità: sebbene uno studio abbia dimostrato che chi mangia più salutare ha meno voglie di schifezzine e soffre meno di dipendenza da cibo...
Abbuffate e fame nervosa, limitale così Ho inserito questo articolo nella categoria "Trucchi per dimagrire" ma in realtà è assolutamente il contrario: non dico che se le persone che soffriss...
3 consigli per mangiare sano secondo dei neuroscienziati Tre consigli per mangiare sano, senza una dieta specifica ma agendo sul nostro comportamento per arrivare a uno stile di vita migliore: ecco i risulta...
Vuoi controllare la fame? Usa questi trucchi! Moltissime persone mi fanno sempre la stessa domanda, ovvero, come controllare la fame? Fame che hanno nonostante la colazione al mattino, o passata ...